Ominide 643 punti
Parte variabile del discorso

Le parti variabili del discorso sono in italiano quelle parole che possono mutare la desinenza (ossia la parte finale o terminazione della parola). Le parti variabili del discorso sono cinque: articolo, nome, aggettivo, pronome, verbo.

A) le seguenti quattro parti del discorso variano la desinenza secondo il genere maschile o femminile e secondo il numero singolare o plurale; Questa variazione si dice “declinazione“:

1. Articolo
2. Nome
3. Aggettivo
4. Pronome

B) il verbo varia la desinenza secondo il modo, il tempo, la persona, il numero: questa variazione si dice “coniugazione“.

-si ricorda che i verbi in italiano si distinguono in: a) verbi transitivi, detti così perché l’azione transita dal soggetto al complemento oggetto; B) verbi intransitivi, detti così perché l’azione non transita oltre il soggetto. I verbi intransitivi. Sono perlopiù verbi di movimento, quali “andare, correre, partire, ecc..”

I modi del verbo italiano sono: a) modi finiti, che si coniugano in tutte persone: indicativo, congiuntivo, condizionale, imperativo; B) modi infiniti, che non si coniugano: infinito, participio, gerundio.

Per quanto riguarda le forme, noi avremo nei verbi transitivi la forma passiva ed attiva.
Nei verbi intransitivi solamente la forma attiva (es. io vado, att.)

Hai bisogno di aiuto in Grammatica italiana?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
I Licei Scientifici migliori d'Italia secondo Eduscopio 2017