ggp di ggp
Ominide 37 punti

tempi verbali inglesi


Verbo essere

Le forme estese sono molto più formali e vengono utilizzate maggiormente nell’inglese scritto, mentre le forme contratte nel parlato. Risposte brevi
A. Affermativa: Yes + pronome personale corrispondente al soggetto + verbo essere;
B. Negativa: No + pronome personale corrispondente al soggetto +
Verbo essere al negativo.
I am, you are...
I was, you were...

Verbo avere

I have, you have, she (...) Has... I had, you had, she (...) Had...

Present simple

Si usa:
A. Per esprimere abitudini, azioni generalmente valide, azioni ripetute o situazioni immutevoli, emozioni e desideri:
B. Per dare istruzioni o direzioni. Per verità scientifiche.
C. Per azioni future riferite a mezzi di trasporto o a eventi con orari
Prestabiliti.
Ci sono solo due forme per il Simple Present: 1. la forma base
2. la forma base + s.
Solo alla 3° persona singolare (HE, SHE, IT) si aggiunge la S alla forma base. Per alcuni verbi è necessario aggiungere -ES

Past simple
La sua forma è la stessa con tutti i soggetti: per i verbi regolari si aggiunge -ed alla forma base, cioè all'infinito senza il to.
Fanno eccezione pochi verbi che cambiano un po' la parte finale della forma base.
Si usa per azioni passate avvenute in un periodo di tempo completamente trascorso definito con espressioni di tempo come yesterday, last week, last summer, five minutes ago, when I was a child ecc.

Present continuous

Il Presente Progressivo o Continuo chiamato Present Progressive Tense (o Present Continuous Tense) è comunemente usato in inglese per descrivere azioni:

- che si stanno svolgendo in questo preciso momento
- che avvengono temporaneamente in un periodo di tempo limitato
- che sono programmate nel futuro;

in quest'ultimo caso è sempre presente un complemento di tempo che indica un periodo futuro (Esempio: tomorrow, next year, tonight, ecc).
Il Present Progressive si forma usando due componenti: 

il presente semplice del verbo essere (to be) e la forma -ing del verbo di cui si vuole formare il presente progressivo

Present perfect

Il Present Perfect si forma con l'ausiliare have al presente più il participio passato (Past Participle) del verbo principale.
Il Present Perfect si forma con l'ausiliare have al presente più il participio passato (Past Participle) del verbo principale.
Per la forma negativa si usa haven’t o hasn’t
Per la forma interrogativa: Have + Sogg. + Participio pass.
Risposte brevi: Yes, i Have / No, I haven’t
1.
Il present Perfect viene spesso usato per un'azione che è cominciata in qualche momento nel passato e che sta ancora continuando in questo momento.
Spesso si usano le preposizioni for [PER] (quando si vuole indicare un lasso di tempo) e since [DA] (quando si vuole indicare un momento preciso) assieme al Present Perfect.
2.
Azioni che sono avvenute nel passato in un periodo imprecisato. Talvolta è importante dire che qualcosa è avvenuta o meno, ma non è altrettanto importante, o non si sa, quando è avvenuta.
Anche in questo caso si può usare il Present Perfect usando avverbi come already ("già", nelle affermative), yet (con il significato di "già" nelle interrogative e "ancora" nelle negative e interrogative-negative), still ("ancora", nelle affermative), just ("appena", "proprio"), ever ("mai"), o never ("non...mai"). Questi avverbi vanno di solito prima del participio passato all'interno della frase, ad eccezione di yet che va alla fine della frase.
3.
Azioni che sono avvenute in un periodo di tempo non completamente trascorso.

Il Present Perfect si usa quando il periodo di tempo in cui è avvenuta l'azione arriva al presente. In questo caso si può usare il Present Perfect con espressioni temporali come this morning, today, this week, this month, this year, this summer, in the last few weeks, so far (finora), up to now (finora), tutte espressioni che stanno ad indicare che il lasso di tempo in cui è avvenuta l'azione non è ancora terminato.
4.
Domande esplorative. Servono per chiedere se si sia mai fatta una cosa.
Per scegliere se usare present perfect o past simple bisogna osservare se sono presenti riferimenti temporali:
- Per un periodo di tempo concluso si utilizza il past simple - Per un periodo ancora non concluso il present perfect

Present perfect continuous

Il Present Perfect Progressive o Continuous viene costruito usando il Present Perfect del verbo to be (have been - has been), e la forma -ing di un verbo.
Sogg. + have/has + been + v.ing
Sogg. + haven’t/hasn’t + been + v.ing
Have/has + sogg. + been+ v.ing
1. Il Present Perfect Progressive o Continuous appartiene alla Duration Form (Forma di Durata) in quanto si usa in inglese per descrivere la durata di un'azione, o di uno stato, iniziata nel passato e che si svolge ininterrottamente fino al presente. Di solito si usa con for (lasso di tempo, DA) o since (momento preciso, ORA-DATA) e si traduce in italiano con il presente semplice indicativo.
2. Si usa inoltre con riferimento ad un'attività che ha un risultato, una conseguenza nel presente.

Past continuous

Si usa comunemente in inglese per un'azione che stava avvenendo in un particolare momento del passato, ma che non era ancora terminata.

Sogg. + was/were + v.ing
1. Il Past Progressive si usa di solito quando un'azione è iniziata prima di un'altra e finita dopo, ad esempio:
I was reading the newspaper when Mike suddenly arrived. = Stavo leggendo il giornale quando improvvisamente è arrivato Mike.
2. Il Past Progressive si usa quando parliamo di un'azione che era già iniziata e stava ancora continuando in un'ora particolare, ad esempio: At 5 o'clock, it was raining. = Alle 5 pioveva.
3. Il Past Progressive si usa per descrivere due azioni che continuano entrambe nello stesso momento nel passato. In questo caso usiamo il Past Progressive per tutte due: 

While I was sleeping, she was working. = Mentre dormivo, lei stava lavorando.

Past perfect

Sogg. + had + participio passato (3 colonna) negativa —> had diventa hadn’t interrogativa —> inverto had col soggetto
Il Past Perfect viene usato per specificare quale dei due eventi è avvenuto prima.
When I got to the airport, the plane had already taken off. = Quando sono arrivato all'aeroporto, l'aereo era già decollato.
In questo caso sappiamo che il decollo è avvenuto prima: prima è decollato l'aereo, poi sono arrivato all’aeroporto.

Futuri


-

Will


Sogg. + will + v.f.base
Negativa —> won’t
Interrogativa —> si inverte WILL col SOGG.

Per esprimere previsioni su un evento che non dipende dalla nostra volontà
Con i verbi di opinione, come think, believe o suppose
Per promettere o offrirsi di fare qualcosa. Es. Don’t worry! I’ll take you to the station.

Be going to futuro


Sogg. + am/is/are + going to + v.f.base
Negativa —> am not/aren’t/isn’t
Interrogativa —> si inverte am/is/are col sogg. + going to

Si usa per esprimere intenzioni (infatti è detta anche “futuro intenzionale”). Es. My car broke down, so next month I’m going to buy a new one.
Per fare previsioni su eventi sui quali abbiamo informazioni nel presente. Es. I see heavy clouds in the sky, it’s going to rain.

Present continuous futuro


Il present continuous viene utilizzato per riferirsi di piani prestabiliti nel futuro. In generale si parla di eventi già organizzati e concordati tra più soggetti.
Esempio: They’ve decided. Next year they’re moving to Rome

Simple present futuro


Il simple present si utilizza per parlare di azioni o eventi fissati da un programma o un orario.
Esempi: We have maths class tomorrow at 10.

May e might

Anche may e Might sono verbi modali e ne seguono tutte le regole. Le frasi con may e maigth si formano cosi:

Sogg. + may/maight + v.f.base

La forma negativa di may è may not (attenzione: non si usa la forma contratta) e di might e` might not o mightn`t.
La forma interrogativa di may/migth di solito non viene usata,ma ricordati che si puo usare may per chiedere un permesso in modo gentile.
Si usano may e might per indicare che qualcosa e` possibile nel futuro. Esprimono incertezza riguardo al futuro. May o might hanno praticamente lo stesso significato, ma might esprime una probabilita leggermente minore di may.

first conditional


If + present simple, + will

L'ipotetica del 1° tipo viene usata per parlare di cose che sono possibili al presente o al futuro - cose che possono accadere.

es. Se non studierò, verrò bocciato



Second contional


If + sogg. + past simple, + would-v.f.base

Nel caso del verbo essere bisogna utilizzare were per tutte le persone

L'ipotetica del 2° tipo viene usata per parlare di cose che non sono reali (non vere o non possibili) al presente o al futuro - cose che non accadono o non accadranno

es. Se i cani avessero le ali, potrebbero volare

Third conditional


If + sogg. + past perfect, + would + have + p.passato

L'ipotetica del 3° tipo viene usata per parlare di cose che non sono accadute al passato. Viene spesso usata per esprimere una critica o un rimpianto

es. Se avessi guidato con più attenzione, non avresti fatto l'incidente.
Hai bisogno di aiuto in Grammatica inglese?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email