Ominide 16912 punti

Valle d’Aosta: il territorio e il clima

La Valle d’Aosta è la più piccola regione italiana e la più appartata tra le regioni di terraferma. Comunica col Piemonte soltanto mediante una carrozzabile e una ferrovia che mettono capo a Ivrea; esse sono, si può dire, le uniche vie che allacciano con continuità l’alpestre regione al resto del mondo, poiché le strade transalpine del Piccolo e del Gran San Bernardo rimangono bloccate dalla neve per molti mesi dell’anno. Con l’apertura dei trafori automobilistici del Monte Bianco e del Gran San Bernardo, in corso di esecuzione, l’isolamento secolare della Valle finirà, perché le due grandi brecce trasformeranno la regione in un ponte di transito tra il Piemonte, la Francia e la Svizzera. La Valle d’Aosta comprende l’ampia vallata della Dora Baltea, in cui affluiscono tutte le acque della regione. Essa declina dolcemente dalla conca di Courmayeur, ai piedi del Monte Bianco, fino alla stretta di Pont St. Martin, oltre la quale si distende la pianura piemontese. Giganteschi massicci ammantati di nevi e di ghiacci sovrastano le pittoresche valli laterali: a Sud le valli tagliate nelle Alpi Graie, a Nord quelle tagliate nelle Pennine. Tra le prime ricordiamo la Valle di La Thuile , con la strada che porta al valico del Piccolo San Bernardo, e la Valle di Cogne, che fa capo al Gran Paradiso; tra le seconde la Valle del Gran San Brnardo, col valico omonimo, la Valtournanche, sbarrata dall’ardua piramide del Cervino, e le valli di Ayas e di Gressoney, che fanno capo al gruppo del Monte Rosa. Il clima è piuttosto rigido (alpino), con inverni lunghi e nevosi ed estati brevi e fresche. Le piogge sono abbondanti e prevalentemente estive.
Hai bisogno di aiuto in Geografia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email