Video appunto: Toscana - Economia (2)

La Toscana



L'economia



L'economia della Toscana si basa principalmente sul settore terziario che è principalmente formato dal turismo, infatti la Toscana conta fra turisti italiani e stranieri 11'000'000 di visitatori ogni anno. Ciò nonostante, il settore primario riveste ancora oggi una fetta importante del mercato: l'agricoltura è caratterizzata dagli ulivi da cui si ricava il famoso Olio Extra-Vergine d'Oliva, eccellenza Toscana e dalle viti da cui si ricava i rinomati vini toscani.

Inoltre è particolarmente sviluppata la raccolta del Tartufo Bianco e Nero che è presente nel territorio. Da ricordare il fatto che la Toscana è stata la prima regione in Europa a vietare in consumo di prodotti OGM (organismi geneticamente modificati) nelle mense e la produzione degli stessi. L'allevamento è formato da bovini e suini autoctoni della regione e viene praticato sia in campagna che in montagna che in collina.

Il settore secondario si basa sulla lavorazione dei prodotti precedentemente elencati per la produzione di olio e vino, sull'artigianato che è presente ovunque nel territorio ed è formato dal lavoro di piccole imprese a conduzione familiare. Un'altra importantissima fetta del mercato è attribuita all'estrazione di minerali pregiati come il marmo di Carrara in provincia di Lucca che viene esportato in ogni parte del mondo.
Il settore terziario fornisce lavoro a 2/3 dei Toscani e anch'esso si basa su piccole e medie imprese. Il turismo è la principale fonte di guadagno toscana; l'80% è dato dalle città d'arte e dal turismo balneare e il 20% dal turismo montano e collinare. Sono presenti nel territorio oltre 16'000 strutture alberghiere per un totale di quasi 600'000 posti letto.
Le vie di comunicazione sono anch'esse molto importanti per la regione, che risulta ben organizzata sotto al punto di vista di autostrade, ferrovie e porti, favorendo gli spostamenti.