Ominide 2324 punti

Il terziario per l’impresa

Le aziende preferiscono spesso acquistare i servizi da altre aziende anziché produrli internamente.
Negli ultimi anni sono infatti sorte imprese specializzate che forniscono alle unità produttive servizi terziari di vario genere.
Per migliorare la competitività, si sono realizzate moltissime fusioni e acquisizioni, infatti, i servizi commerciali si sono attestati al secondo posto, subito dopo le banche, per quanto riguarda la tendenza alla concentrazione.
Il marketing è un settore dell’azienda moderna relativamente nuovo che predispone le scelte produttive in stretto rapporto con i consumatori.
La pubblicità ha una lunga tradizione nella produzione industriale europea, ma oggi è caratterizzata da un rapporto fortemente sinergico con i principali mezzi di comunicazione di massa.
Un’importanza notevole ha l’attività fieristica che si configura ormai come un insieme completo e complesso di prestazioni terziarie al servizio della produzione industriale.

I flussi finanziari comprendono una serie di operazioni attuate in una fitta rete di centri economici.
Le attività finanziarie servono da elemento propulsore per l’economia: si avvalgono dei crediti concessi dagli operatori finanziari che raccolgono capillarmente il denaro investito o depositato dai risparmiatori.
Gli Stati partecipano ai movimenti finanziari attraverso alcune attività dirette, come fissare il tasso di sconto.
Attualmente, il settore finanziario occupa quasi 4 milioni e mezzo di addetti ed è destinato a un ulteriore sviluppo, anche se l’occupazione potrebbe subire una contrazione legata all’evoluzione tecnologica.
Sempre più spesso, infatti, le transazioni tra banche e altri istituti avvengono utilizzando strumenti telematici che permettono l’attuazione di ogni operazione in tempi brevissimi.
La struttura gestionale delle banche varia a seconda dei Paesi.
In Germania vi è ancora una forte presenza del settore pubblico e cooperativo, mentre in Francia predominano le banche commerciali private.
In Italia, vari istituti bancari a capitale pubblico sono stati privatizzati.
La Svizzera è sede di un sistema di centri finanziari, che operano in condizioni particolari: segreto bancario, stabilità politica e monetaria, bassa tassazione di redditi e capitali.
Anche il Lussemburgo è un centro finanziario di livello mondiale, e il numero degli istituti di credito è quadruplicato in pochi decenni.
In Russia il mercato finanziario è molto instabile e ancora in via di definizione, dopo l’assoluta egemonia del settore pubblico neo periodo sovietico.

Hai bisogno di aiuto in Geografia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email