Il sistema industriale

Fino a non molti decenni fa le aree industrializzate del mondo erano molto poche: l'Europa, in particolare quella occidentale, l'America del Nord e il Giappone.
Oggi, dal punto di vista quantitativo, la situazione non è molto cambiata ma, accanto alle aree tradizionalmente più industrializzate, si assiste ad una crescita del settore secondario sia nell'Asia orientale e sudorientale, sia in quella del sud.
Le altre regioni industrializzate del mondo si trovano in america latina, attorno ad alcune delle maggiori città del Messico, Brasile, Cile e Argentina, nell'Africa meridionale (repubblica sudafricana) e nella parte meridionale dell'Australia.
Quattro paesi dell'est e del sud-est asiatico sono state definiti le <<tigri dell'Asia>>: Korea del Sud, Taiwan, Hong-Kong e Singapore hanno raggiunto infatti nel corso degli anni 70 e 80 del XX secolo uno sviluppo economico così rapido da agganciarsi ai paesi sviluppati. Le industrie di questi paesi asiatici sono state favorite dal costo della manodopera, molto più basso rispetto a quello dei paesi ricchi, e questo ha reso competitive le loro merci rispetto a quelle prodotte in aziende dell'occidente. Di conseguenza hanno avuto la possibilità di esportare nel mondo i loro prodotti: soprattutto nel tessile e nei giocattoli, ma anche nei settori a più alta innovazione tecnologica, come l'elettronico e il chimico.

Hai bisogno di aiuto in Geografia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email