Ominide 1778 punti

I fiumi della Scizia

In Scizia vi erano vari fiumi:
• L’Istro: il maggiore, che aveva sempre la stessa portata perché aveva molti affluenti (tra cui Pireto, Napoli, Ordesso e Arianto) ed era anche il più importante, scorreva da occidente a oriente e aveva cinque foci;
• Il Tira: nasce in un lago tra la Scizia e i Neori che erano più a nordda il nome ai Tiriti;ua era dolce e nti i trovava tra gli Alizoni e gli Sciti ; attuale Dnepr: era il più grande dopo l’Istro, aveva acqua potabile, attorno vi era erba alta e folta, i pesci erano buoni (storione) e non vi erano sorgenti, veniva considerato tra i più utili e importanti.

La cultura della Scizia

Per quanto riguarda la religione, gli Sciti erano molto influenzati dai Greci, infatti avevano le stesse divinità: Zeus, Apollo, Uranio, Ercole, Ares, Afrodite, la terra e Estia.

Sacrificavano le vittime in piedi legate alle gambe, praticavano l’invocazione al dio e strozzavano gli animali, in cucina non usavano la legna per il fuoco , bensì le ossa.
Praticavano molti sacrifici ad Ares nei santuari, in strutture di legno con sopra una spada, quando uccidevano un nemico di guerra porgevano il vino sulla testa, lo sgozzavano su un vaso, mettevano il sangue sulla spada, tagliavano il braccio destro e poi gli davano il colpo finale.


Gli indovini degli Sciti

Gli indovini avevano intrecciati sulla testa dei fasci di verga, come gli oracoli. Quando il re si ammalava venivano chiamati gli indovini che incolpavano qualcuno, poi ne venivano chiamati altri, se loro incolpavano la stessa persona, tagliavano la testa a quella persona e spartivano i beni tra i primi indovini, se non incolpavano le stesse persone, chiamavano altre persone: se loro incolpavano altre persone ancora i primi indovini venivano uccisi, nel fuoco con i buoi, in quel caso venivano uccisi anche i figli maschi assieme a loro, ma non le figlie.

Hai bisogno di aiuto in Geografia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email