Ominide 8039 punti

Risorse ed economia dell'India

L'India è ancora un Paese economicamente poco sviluppate e circa metà della popolazione vive in condizioni di assoluta povertà.
L'attività prevalente è l'agricoltura e occupa circa due terzi della popolazione. A causa delle condizioni ambientali vi sono terreni che non vengono coltivati e più della metà dei campi non viene irrigato e solo le piogge monsoniche provvedono a bagnare il terreno. Infatti la siccità per l'India significa una spaventosa carestia.
A nord-ovest abbiamo piantagioni moderne come il caucciù, a sud e a nord-est abbiamo il tè, a nord abbiamo la canna da zucchero, nel Bengala abbiamo lo juta e al centro abbiamo il cotone.
L'agricoltura è prevalentemente cerealicola soprattutto di riso e frumento. Vengono allevati bovini ma per motivi religiosi li utilizzano solo per la produzione di latte.

Come risorse minerarie abbiamo la bauxite,manganese e il ferro. Vengono esportate invece di essere lavorate nel posto stesso. Muumbai è il centro dell'industria cinematografica; l'area di Bangalore viene definita la " Silicon Valley indiana" per l'elevato numero di imprese del settore elettroniche. L'industria tessile è una delle maggiori del mondo che utilizza il cotone, la juta, la seta e la canapa.
Sono state create molte zone franche e il commercio con l'estero si è molto ampliato. Le comunicazioni interne si basano soprattutto sulla rete ferroviaria ma anche la rete stradale è molto estesa ma solo la metà è asfaltata.

Hai bisogno di aiuto in Geografia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email