VIP 2446 punti

IL RILIEVO E LE ACQUE INTERNE NELL’EUROPA SETTENTRIONALE E ORIENTALE

Queste regioni sono costituite in prevalenza da aree pianeggianti. Un grande bassopiano comincia a ovest in Francia e nell’Arcipelago Britannico, continua verso est nelle pianure tedesche e polacche e termina nella sconfinata pianura russa.
A nord si collega con lo scudo baltico, formato da rocce granitiche di oltre un miliardo di anni di età, foggiate in lente ondulazioni lunghe centinaia di chilometri e alte poche decina di metri.
Tra un’ondulazione e l’altra si aprono vaste depressioni: nella più vasta è contenuto il Mar Baltico.
Le pianure centrali e orientali sono percorse da grandi fiumi navigabili: i maggiori sono la Loira e la Senna francesi,il Reno, che costituisce il confine naturale fra le popolazioni neolatine e quelle germaniche,il Danubio, che attraversa tutta l’Europa centrale per sfociare nel Mar Nero e, sulla piattaforma russa, il Dona e il Volga, il maggiore del continente per lunghezza e bacino.

In queste pianure si trovano anche i laghi più vasti d’Europa: sono il Ladoga e l’Onega (nel nord della Russia) e il Vanern (Penisola Scandinava), dove si sono formati in depressioni dello scudo baltico .
Meno estesi, ma molto fitti, i circa 40.000 laghi finlandesi.
I rilievi importanti sono pochi. All’estremo confine orientale si eleva l’unica catena, quella degli Urali. Sparsi nelle pianure vi sono poi alcuni massicci molto antichi: i più ‘’vecchi’’ hanno oltre un miliardo di anni di età.
Sono poco elevati,con rocce fortemente erose per la lunghissima esposizione agli agenti atmosferici, contengono ricchi giacimenti minerari.
In Francia ricordiamo il Massiccio centrale e i Vosgi; in Gran Bretagna le colline scozzesi delle Highlands, i Monti Pennini e i Monti Cambrici.
In Europa centrale le Ardenne, la Foresta Nera, il Massiccio Boemo; a est, il Rialto Centrale Russo.

Hai bisogno di aiuto in Geografia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email