Ominide 11269 punti

Repubblica federale di Iugoslavia e territorio


Posizione: La Repubblica Federale di Iugoslavia è la nazione più estesa della regione iugoslava e comprende le Repubbliche di Serbia e del Montenegro. I confini della federazione sono segnati a est della Romania e dalla Bulgaria, a sud dalla Grecia e dall’Albania, a sud-ovest dal Mare Adriatico, a ovest dalla Croazia e dalla Bosnia-Erzegovina e, infine, a nord dall’Ungheria.
Morfologia: Il territorio è prevalentemente montuoso e collinare. Osservando la carta fisica di possono notare a sud-ovest, in territorio montenegrino, la Catena del Sandzak e i rilievi del Durmitor (m 2522), la massima elevazione nazionale, del Komovi (m 2484) e il Monte Orjen (m 1895). In territorio serbo si innalzano, invece, le propaggini dei Balcani Occidentali a sud-est, con cime superiori ai 2000 metri e i monti Golija (m 1833) e Jastrebac (m 1492) al centro. La parte meridionale della Serbia è costituita dal Kosovo che alterna a dolci colline fertili vallate. I rilievi digradano verso settentrione, formando tra Belgrado e Novi Sad l’estesa corona del Fruska Gora, a nord della quale si apre la vasta e fertile pianura Pannonica, che appartiene, in parte, alla regione autonoma della Vojvodina.
Idrografia: La Nazione è dotata di una buona rete idrografica; in particolare, il territorio serbo è attraversato da importanti fiumi navigabili collegati fra di loro da una fitta trama di canali artificiali. In primo luogo ricordiamo il Danubio, poi la Sava, la Drava e il Tibisco. Altri notevoli corsi d’acqua sono la Drina, che scorre lungo i confini con la Bosnia-Erzegovina, la Morava, la Morava Occidentale e Meridionale, il Lim e l’Ibar. Il territorio del Montenegro ospita parte del lago di Scutari.
Clima, flora e fauna: Il clima è temperato fresco. Fanno eccezione i rilievi dove il clima è spiccatamente alpino, la fascia costiera adriatica che gode di clima mediterraneo e la pianura settentrionale caratterizzata da clima continentale. Il manto boscoso è assai esteso, occupa, infatti, circa il 37% della superficie nazionale. La fauna spontanea è ben conservata nelle aree protette dalle leggi di tutela ambientale e conta molte specie di animali fra cui orsi, lupi, cinghiali, camosci, caprioli, galli cedroni, gatti selvatici e, fra i volatili, aquile e falchi.
Hai bisogno di aiuto in Geografia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Maturità 2018: date, orario e guida alle prove