Ominide 13147 punti

Il termine orogensi deriva dal greco e sta a significare "nascita delle montagne". È un processo geologico consistente nella formazione di rilievi montuosi sulla superficie terrestre per effetto di spinte degli strati della Terra, che si manifestano con movimenti, sia orizzontali che verticali, causati dall'azione di forze che agiscono all'interno della Terra. In Europa vi sono state varie orogenesi avvenute in epoche diverse: prima negli spazi settentrionali e molto tempo dopo in quelli meridionali. Oltre 600 milioni d'anni fa, poche massicce terre si raccolgono al centro, circondate dal mare chiamato Tetide. La parte più antica di quelle terre corrisponde allo spazio che oggi prende il nome di "scudo Baltico''.
Orogenesi caledoniana: inizia fra i 400 e i 300 milioni d'anni fa. Caledonia è l'antica denominazione della Scozia. Il corrugamento eleva picchi in direzione sudovest-nordest attraverso l'Irlanda, l'Inghilterra, il Galles, la Scozia, fino alla Penisola Scandinava, con ripercussioni un po' dappertutto.

Orogenesi ercinica: è responsabile della formazione dell'Europa "di mezzo". Inizia fra i 300 e 240 milioni d'anni fa e trae il nome dalla Silva Ergma, antica denominazione della Selva Nera germanica. Fra i 240 e i 70 milioni d'anni fa, gli agenti atmosferici limano notevolmente queste montagne, accumulando nel mare enormi quantità di rocce sedimentarie.
Orogenesi alpina: inizia a partire da 180 milioni di anni fa, ed è determinata dall'urto della zolla africana e di quella eurasiatica. Nuove catene si sollevano dai Pirenei fino alle Alpi, ai Carpazi, ai Balcani, al Caucaso, proseguendo in Asia nel sistema himalayano. Contemporaneamente si chiude la Tetide e si forma il bacino del Mediterraneo.

Hai bisogno di aiuto in Geografia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email