sc1512 di sc1512
Ominide 5764 punti

-L’Orogenesi - Tettonica-

Se, durante il trasporto alla deriva dei continenti lungo la superficie terrestre dato dal movimento delle placche, un lembo di crosta continentale interferisce in qualche modo con un altro elemento (una fossa di subduzione, oppure si rende protagonista di una collisione), può portare all’orogenesi, ossia ad un processo di deformazione crostale che coinvolge grandi volumi di rocce e che porta al sollevamento di una nuova catena montuosa.
Sono quattro le diverse situazioni in cui può formarsi un orogeno: la crosta oceanica va in subduzione sotto il margine di un continente, avviene una collisione continentale, vi è un accrescimento continentale oppure la crosta oceanica va sotto dell’altra crosta oceanica.

• Crosta Oceanica in Subduzione sotto un Margine Continentale:
Se un continente, nel suo muoversi a causa dei movimenti delle placche, finisce per trovarsi a ridosso di una fossa oceanica, non entra in subduzione come farebbe la litosfera oceanica; la litosfera continentale, infatti, essendo meno densa, non sprofonda nel mantello.

Quindi in questo caso è la crosta oceanica che forma il pavimento della fossa ad infilarsi sotto il margine continentale, che viene deformato dal violento attrito.
Si verifica allora il processo di orogenesi, col sollevamento finale di una nuova catena montuosa.
Tale processo prosegue fino a quando è attiva la subduzione; è quello che sta accadendo lungo il margine pacifico del Sudamerica, il cui risultato è la catena delle Ande.

• Collisione Continentale:
Avviene quando un continente sta su una placca che sta sprofondando; questo, una volta consumata tutta la crosta oceanica, arriva in collisione con la fossa.
I due margini dunque entrano in contatto e vengono deformati, finché si saldano; nasce così una catena montuosa.

• Accrescimento Costale:
Si verifica quando frammenti di crosta di varia natura (isole, vulcani sottomarini estinti, piccoli continenti), in origine anche molto distanti, si trovano incastonati in una placca oceanica in lento movimento verso una fossa di subduzione.
Man mano che arrivano nella fossa, questi frammenti sono spinti ed accavallati contro il margine del continente lungo cui si trova la fossa; si forma così una catena montuosa.

• Crosta Oceanica sotto Crosta Oceanica:
Nel caso in cui le due placche coinvolte siano entrambe oceaniche, i magmi che si formano per la fusione parziale della placca in subduzione e del mantello sovrastante risalgono fino a traboccare dal fondo dell’oceano, a lato della fossa abissale.
Si forma una catena di vulcani sottomarini; il continuo afflusso di magmi e l’accumulo di sedimenti prodotti dall’erosione dei vulcani origina un arco insulare (come le Isole Marianne).

Hai bisogno di aiuto in Geografia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email