Ominide 4456 punti

Gli organismi internazionali

Le politiche economiche dei singoli Stati, la struttura dei mercati internazionali, la regolamentazione di varie attività finanziarie e produttive sono influenzate da alcuni organismi internazionali come la Banca Mondiale (World Bank, WB), il Fondo Monetario Internazionale (International Monetary Fund, IMF) e l’Organizzazione Mondiale del Commercio (World Trade Organization, WTO). In particolare, la BM offre assistenza tecnica e prestiti ai Paesi meno sviluppati e collabora spesso con il FMI, un organismo che sorveglia la stabilità finanziaria dei 188 Paesi membri e concede prestiti ma solo in cambio di misure che garantiscano il risanamento dei bilanci, come la riduzione delle spese sociali (istruzione, sanità, trasporti, ecc ), la privatizzazione delle imprese statali e la liberalizzazione degli scambi commerciali; tutte queste misure causano spesso il peggioramento delle condizioni di vita delle fasce più deboli delle popolazioni. Molte decisioni importanti a livello globale vengono prese durante le riunioni periodiche dei capi di governo dei principali Paesi del mondo. Questi vertici sono identificati dalle sigle G-8 e G-20 a seconda dei Paesi partecipanti. Ai G-8 partecipano i Paesi di antica industrializzazione: Stati Uniti, Giappone, Germania, Francia, Italia, Regno Unito, Russia e Canada. Il G-20 è stato costituito nel 1999 per coinvolgere anche i Paesi emergenti; oltre agli Stati del G-8 e a un rappresentante dell’Unione Europea, il G-20 comprende Arabia Saudita, Argentina, Australia, Brasile, Cina, Corea del Sud, India, Indonesia, Messico, Sudafrica e Turchia.

Hai bisogno di aiuto in Geografia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email