Ominide 175 punti

Nubi

Le nubi sono masse di aria satura di vapore in cui sono sospese minuscole gocce d'acqua, spesso miste a cristalli di ghiaccio. Le particelle presenti in una nube hanno un diametro inferiore a 100 micron. Le nubi ricoprono in media il 40 % della superficie terrestre e il loro processo di formazione è legato alla risalita e al raffreddamento dell'aria ad alta quota. Il sollevamento dell'aria in quota può avvenire secondo alcuni meccanismi. In certi casi l'aria, a contatto con una porzione di superficie terrestre fortemente riscaldata, risulta più umida e meno densa dell'aria più fredda presente a quote superiori. Tende perciò a risalire e, trovandosi a pressioni minori, si espande.
L'espansione fa diminuire la temperatura dell'aria e il vapor d'acqua in essa contenuto condensa. In altri casi, il raffreddamento di una massa d'aria e la condensazione del vapor d'acqua avvengono:
    per la presenza di un rilievo montuoso che costringe l'aria e la condensazione a quote maggiori.

    per l'incontro con una massa d'aria più fredda che essendo più densa si incunea sotto l'aria più calda e la solleva.


      Le Nubi si distinguono, a seconda dell'altezza, in basse, medie e alte. In base alla forma, si possono suddividere in alcuni tipi fondamentali, tra cui: cumuli, a sviluppo verticale, cirri e strati a sviluppo orizzontale.
      Da combinazioni di questi tipi deriva la varietà di formazioni nuvolose: le grosse nubi che si sviluppano su più livelli hanno il nome composto con il termine "nembo" che sta ad indicare che sono portatrici di pioggia, come i nembostrati, che originano piogge regolari e persistenti o i cumulonembi, molto estesi verticalmente, che spesso preannunciano temporali.
Hai bisogno di aiuto in Geografia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email