Genius 20293 punti

Messico: geografia fisica

Pur essendo un paese di transizione, perché collocato fra l’America settentrionale e l’America centrale,il Messico, invece di essere una terra aperta e di passaggio, è una terra isolata perché è chiusa da massicci montuosi e da deserti.
Dal punto di vista orografico si distinguono le seguenti sezioni:
1. Gli altipiani centrali che costituiscono il nucleo principale del paese.
Sono costituiti da un’enorme massa di sedimenti marini. In seguito al sollevamento dei mari avvenuto fra 10 e 60 milioni di anni fa, il tavolato fu ricoperto da materiale eruttivo proveniente dai numerosi vulcani della regione.
2. L’altopiano interrotto da massicci montuosi e dalla valle del Messico, dove si trova la capitale, Città del Messico a più di 2.000 metri di altitudine.
3. L’allineamento di vulcani, a sud dell’altopiano e che, in pratica, chiude il Messico nella parte meridionale. Si tratta del più grande concentramento di vulcani della terra. Dei 25 presenti, alcuni sono ancora attivi
4. La Sierra Madre occidentale che chiude l’altopiano verso ovest, in direzione dell’Oceano Pacifico. È un rilievo massiccio, ricoperto da enormi foreste, che raggiunge i 4.000 metri. Essa scende molto rapidamente verso il mare, creando una fascia costiera stretta, arida e praticamente spopolata.
5. La Sierra Madre orientale che chiude l’altopiano verso l’Oceano Atlantico e quindi verso il Golfo del Messico. Man mano che essa scende verso il sud, aumenta di altitudine. La fascia costiera bagnata dal Golfo del Messico è bassa, piatta e abbastanza popolata.
6. A Nord, verso gli Stati Uniti, il territorio è chiuso da un altro tipo di ostacolo: il deserto, che ha una larghezza di circa 80 chilometri. Qui si trova anche la Mesa del Norte, un altopiano che degrada verso il Rio Bravo che a sua volta segna il confine con gli U.S.A.
7. La costa Ovest forma il Golfo di California e l’omonima penisola. Essa ha quasi la stessa lunghezza dell’Italia ed è larga in media 120 chilometri. E’ una zona arida e poco abitata Nel Golfo sfocia il Rio Colorado
8. Fuori dalla conca del Messico, a sud-est, troviamo la penisola dello Yucatyan, un tempo abitata dai Maya. Si Tratta di un tavolato roccioso, ricoperto a nord da steppèe e boscaglie e a sud da grandi foreste.

Il Messico è anche ricco di molti laghi, in parte craterici, in parte formatisi in seguito all’allargamento dei fiumi. Il più grande è il Chapala, nella Sierra Madre occidentale che ha una superficie circa otto volte il lago Maggiore
Hai bisogno di aiuto in Geografia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
×
Registrati via email