Ominide 16910 punti

Lombardia: Fiumi e laghi

Il sistema idrico della Lombardia è uno dei più copiosi d’Italia. Tra i fiumi primeggia il Po, che scorre, nel suo corso mediano, al confine meridionale della regione; seguono, nella pianura, alcuni affluenti di sinistra del Po: a Ovest il Ticino, che esce dal Lago Maggiore e segna per un lungo tratto il confine col Piemonte; poi l’Adda, che forma il Lago di Como, uscendone a Lecco, e a Est il Mincio, emissario del Lago di Garda, che segna per un tratto del suo percorso il confine tra la Lombardia e il Veneto. Fra il Ticino e l’Adda scorrono l’Olona e il Lambro, che si uniscono prima di gettarsi nel Po; tra l’Adda e il Mincio l’Oglio, che forma il Lago d’Iseo, con i suoi nel Po; tra l’Adda e il Mincio l’Oglio, che forma il Lago d’Iseo, con i suoi affluenti di sinistra Mella e Chiese. Grande importanza per l’irrigazione dei campi e per la navigazione interna di barche e barconi da carico hanno i canali; i più notevoli sono: il Naviglio Grande, che convoglia le acque del Ticino, alla Darsena di Milano, uscendone col nome di Naviglio Pavese; il Naviglio della Martesana, dall’Adda a Milano; il Canale Villoresi, che allaccia il Ticino all’Adda. Completano il sistema idrico della regione numerosi laghi. I più grandi, profondamente incassati tra i monti delle Prealpi, sono: il Lago Maggiore (lombardo nella sponda orientale); il Lago di Lugano (lombardo solo nei due rami estremi, a Nord e Sud); il Lago di Como, il più profondo; il lago d’Iseo e il Lago di Garda, il più vasto (lombardo nelle sponde occidentali e meridionali).
Altri laghi notevoli per estensione o per amenità di rive sono, da Ovest a Est: il Lago di Varese, il lago di Pusiano, il lago d’Endine e il Lago d’Idro. Innumerevoli sono anche i piccoli laghi alpini sparsi tra le alte giogaie.
Hai bisogno di aiuto in Geografia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email