Ominide 11267 punti

Libano – l’aspetto fisico e economico


L’aspetto fisico: Il Libano è situato tra la Siria a nord ed est, Istraele a sud e il Mar Mediterraneo a ovest. Il territorio ha caratteristiche prevalentemente montuose. È infatti attraversato da due sistemi orografici che corrono paralleli fra di loro: la catena del Libano, aspra e dirupata, che sfiora i 3000 metri di altezza e la catena dell’Antilibano. Fra questi rilievi si apre la profonda e fertile valle della El Beqaa in cui scorrono l’Oronte e il Leonte. Il clima è mediterraneo su tutto il territorio, tranne che sui rilievi, dove abbondano d’inverno le precipitazioni nevose.
L’aspetto economico: L’economia libanese ha negativamente risentito della terribile guerra civile in atto per molti anni nel Paese. L’agricoltura è praticata soprattutto lungo la fascia costiera e nella valle della El Beqaa dove si producono ortaggi, agrumi e tabacchi. Nelle aree collinari prevalgono le colture legnose della vite e dell’ulivo. Il patrimonio zootecnico è modesto ed è costituito soprattutto da caprini e ovini. Prima della guerra civile, le attività terziarie legate al mondo della finanza e al turismo erano così floride che il paese si era meritano l’appellativo di “Svizzera del Medio Oriente”. Con lo scoppio della guerra le attività bancarie si sono paralizzate e quelle commerciali hanno perso la loro caratteristica vivacità. A eccezione dei complessi petrolichimici che lavorano il greggio proveniente dall’Arabia Saudita e dall’Iraq, il tessuto industriale è ancora decisamente tradizionale e opera nel settore alimentare, tessile e della manifattura del tabacco- i Paesi mantengono rapporti commerciali con il Libano sono gli USA, la Siria, la Giordania, l’Arabia Saudita e alcuni Paesi appartenenti alla UE.
Hai bisogno di aiuto in Geografia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Maturità 2018: date, orario e guida alle prove