Ominide 11269 punti

Libano – L’uomo e l’ambiente

Divenuto Repubblica nel 1926 durante il periodo del protettorato francese, il Paese ottenne l’indipendenza nel 1943. Nel 1975 ebbe inizio una guerra civile, determinata dalle lotte intestine fra cristiani e musulmani. Il conflitto si inasprì quando nel paese immigratorio migliaia di profughi Palestinesi che provocarono l’intervento sul territorio libanese degli eserciti israeliano e siriano. Nel 1989 le etnie in lotta hanno deciso di porre fine alla guerra e hanno siglato un accordo di riconciliazione nazionale.

Il Libano è una Repubblica presidenziale. Il potere esecutivo è affidato al Presidente della Repubblica, che lo esercita con il Consiglio dei Ministri, mentre il potere legislativo spetta al Parlamento.
La popolazione è eterogenea ed è costituita da cristiani maroniti e musulmani sunniti e da molti profughi Palestinesi. Lingua ufficiale della Nazione è l’arabo, ma vengono parlati anche il francese e l’inglese. Gli abitanti vivono in prevalenza sulla fascia costiera e nella valle della El Beqaa.
Beirut: (9.380.940). Capitale dello Stato, Beirut è situata ai piedi dei Monti del Libano sulla Baia di San Giorgio. Di origini molto antiche, la città ha subito ingenti danni dallo scoppio della guerra civile fino a oggi. Le attività economiche e portuali hanno subito perciò un forte rallentamento.

Hai bisogno di aiuto in Geografia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Maturità 2018: date, orario e guida alle prove