Ominide 5668 punti

Lazio

Il Lazio confina a Nord con la Toscana, l’Umbria e le Marche, a Est con l’Abruzzo , a Sud con la Campania, a Ovest con il Mar Tirreno. Quattro sono i paesaggi che si distinguono nella regione: appenninico, collinare, pianeggiante e costiero. L’Appennino occupa la parte interna della regione. Si tratta per lo più di montagne aspre , brulle e soggette a fenomeni carsici. La cima più elevate è quella del Monte Terminillo. Procedendo verso la costa si incontrano ampie zone collinari che comprendono i monti Volsini, Sabatini e i Colli Albani. Il fiume principale della regione è il Tevere. La pianura si estende quasi completamente lungo la fascia costiera. La costa è prevalentemente bassa e sabbiosa. Di fronte al golfo di Gaeta si trovano le isole Ponziane. Il clima è temperato lungo la fascia costiera, più rigido all’interno. Dei circa cinque milioni di abitanti del Lazio, più di tre milioni vivono nella provincia di Roma. Essa è infatti il centro della vita economica , oltre che amministrativa, della regione. La maggior parte della popolazione lavora nel settore terziario. Infatti Roma, come capitale del Paese, ospita le sedi del Governo e del Parlamento, Ministeri, Ambasciate e uffici di ogni genere. Inoltre la ricchezza del patrimonio storico, artistico e archeologico e la presenza del Vaticano, ne fanno una straordinaria meta turistica. La concentrazione della popolazione nel capoluogo crea notevoli problemi per l’insufficienza dei servizi, la carenza di alloggi, la congestione del traffico ed ecc. L’agricoltura è praticata soprattutto nelle pianure bonificate dell’Agro Romano e dell’Agro Pontino. Fiorente è l’ortofrutticoltura. Diffuso è l’allevamento di ovini e bovini. Le industrie sono concentrate nelle provincie di Latina e Frosinone, dove sorgono fabbriche chimiche, tessili e farmaceutiche. A Roma inoltre si è sviluppata anche l’industria dello spettacolo.

Hai bisogno di aiuto in Geografia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email