Ominide 13147 punti

Tra alti massicci (l'Uri Rotstock sfiora i 3.000 m), veri paradisi per gli escursionisti, pascoli verdi, spiaggette ricche di vegetazione mediterranea, cittadine ridenti, si stende il Lago dei Quattro Cantoni (113 km2, lungo 38 km, profondo fino a 214 m, per ampiezza il quarto lago del paese), centro geografico e storico dell'intera Svizzera. È il lago più amato dagli abitanti della Confederazione Elvetica, che propro in questa zona fu fondata nel 1291. Nel villaggio di Altdorf si ammira la statua in bronzo di Guglielmo Tell, l'eroe nazionale. Dice la leggenda che, nel XIV sec., il fiero Guglielmo si rifiutò di rendere omaggio al cappello del governatore austriaco e fu condannato a colpire con la balestra una mela posta sul capo del figlio. Tiratore scelto, non fallì il bersaglio: il suo gesto, esempio di libertà, favori la rivolta degli Svizzeri contro i dominatori stranieri. Il lago dei Quattro Cantoni deve il suo nome a Uri, Schwyz, Unterwalden e Lucerna, i cantoni che si affacciano sulle sue pittoresche rive. La bandiera della Confederazione risale allo stemma del libero comune di Schwyz, che la ottenne da Rodolfo d'Asburgo, nel 1291, grato per l'aiuto ricevuto contro il conte di Borgogna. Le trombe tradizionali si chiamano alphorn, "corno alpino", sono in legno di pino, lunghi fino a 3 m e, usati dai suonatori in costume rallegrano le manifestazioni popolari.

Hai bisogno di aiuto in Geografia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email