Ominide 15541 punti

Irlanda: generalità

La verde isola dell’Irlanda, che i Romani chiamavano, per il suo clima, “Hibernia”, ossia fredda, è abitata da Gaelici, popolazione di origine celtica, che riuscì a preservare quasi intatti fino ai nostri giorni i suoi caratteri etnici, nonostante gli sbarchi di Danesi, Normanni e Inglesi. San Patrizio, che l’Irlanda venera come suo patrono, introdusse nell’isola la religione cattolica, cui gli Irlandesi rimasero tenacemente fedeli, resistendo a ogni tentativo inglese di imporre la religione anglicana. La storia dell’Irlanda moderna è intessuta delle fierissime lotte sostenute per difendere la fede cattolica, per ottenere la parità di diritti con i cittadini inglesi e, infine, per rivendicare l’indipendenza dall’Inghilterra. Molti furono gli Irlandesi che, in conseguenza di tali lotte e delle gravi crisi economiche che le accompagnarono, abbandonarono la patria e si rifugiarono all’estero, particolarmente negli Stati Uniti, Austria,Paesi bassi, Lussemburgo, Svezia,Germania e nel restante Europa. Solo nel 1921 l’Irlanda ottenne dalla Gran Bretagna il riconoscimento della piena indipendenza, a eccezione della parte settentrionale del paese o Ulster, abitata in prevalenza da Inglesi immigrati negli ultimi due secoli. L’Ulster è tuttora sotto la sovranità della corona britannica.
Hai bisogno di aiuto in Geografia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email