Ominide 13147 punti

Circa 50 milioni di anni fa, un immensa isola triangolare, "navigando" sugli strati ancora fluidi del sottosuolo, si incastrò con la sua base più larga nella massa del continente asiatico. Nei punti di contatto, le terre si sollevarono, formando la zona montuosa più alta al mondo, che comprende la catena dell'Himalaia, con molte vette che superano gli 8.000 metri di altezza. Nacque cosi la penisola indiana, bagnata a oriente dall'Oceano Indiano (che forma il Golfo del Bengala, il più vasto del mondo, con i suoi 2.172.000 km2 di superficie), e a ovest dal Mare Arabico. Grandi fiumi solcano le pianure settentrionali, dove si trovano le maggiori metropoli.

Nell'oceano a sud dell'india si trovano anche la grande isola di Sri Lanka e le meravigliose Maldive, isole di sogno, una delle mete più ambite per vacanze indimenticabili. Terra di aspri contrasti climatici, l'India presenta zone costiere in cui le precipitazioni piovose sono tra le più abbondanti al mondo, (come a Cherrapunji, dove cadono 11.473 mm annui), e territori interni (come il deserto di Thar, al confine con il Pakistan), dove il pluviometro non va al di là dei 200 mm. Anche la vegetazione è tra le più varie. Sui tavolati del centro si incontra la splendida flora di montagna. Verso le coste, in aree più umide, si stende la foresta pluviale. Nelle Maldive e nello Sri Lanka la natura dà spettacolo: spiagge incantate, vegetazione ricchissima, acque calde e popolate da un arcobaleno di pesci tropicali.

Hai bisogno di aiuto in Geografia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email