icaf di icaf
Sapiens 717 punti

LA GEORGIA



La Georgia è una penisola asiatica che confina a nord con la Russia, a est con l’Azerbaijan, a sud-est con la Turchia, a sud con l’Armenia e a ovest con il Mar Nero.

La Georgia è prevalentemente montuosa con due uniche catene: a nord il Piccolo Caucaso e a sud il Grande Caucaso. Tra queste due catene è situata una piccola pianura: la Colchide, percorsa da due fiumi il Rioni e il Kura. Il monte più alto è il Shkhara di quasi 5201 m.
Il clima, all’interno, è di tipo continentale, sulle coste è di tipo subtropicale con poche piogge.

Come il resto dell’Asia, la Georgia è uno Stato con diverse etnie, culture e religioni a causa, soprattutto, degli scontri avvenuti in passato.
Infatti la Georgia, prima che venisse ritenuta Repubblica, era uno Stato considerato strategico e dove si erano svolte numerose guerre e in cui si erano susseguite molte dinastie. Solo dal 1991 la Georgia è diventata dipendente e non fa più parte dell’Unione Sovietica. La capitale è Tblisi, la città dei tetti rosi, degli edifici bassi e disposti alla rinfusa; è molto caratteristica. Tibisi si trova su una collina affacciata sulle sponde del Kura. Questa città è rinomata per i suoi monumenti tra cui la cattedrale di Sioni. Altre città principali sono Batumi e Mtskheta. Batumi è una città situata sulle coste del Mar Nero. In questa città ci sono grandi palme, magnolie oleandri. E’ anche una città industriale e commerciale con animazioni per piccoli e grandi. Mtskheta è una delle più antiche città georgiane, è una città molto religiosa e vi è anche la cattedrale più importante della Georgia, la cattedrale di Svetitskhove.

SIMBOLI E CURIOSITA'

La moneta della Georgia è il lari. Il lari è diviso in 100 tetri. La Georgia ha sostituito il rublo russo il 5 aprile 1993 con il lari alla pari. La lingua ufficiale è il georgiano, poi ci sono altre lingue secondarie che sono il russo e l’armeno. La lingua georgiana è parlata come prima lingua da circa quattro milioni di persone in Georgia, comprende trentatré lettere.

Le religioni principali sono: l’ortodossa e la cristiana.

Il popolo è molto vario, infatti, vi sono georgiani, russi, armeni. I georgiani sono un popolo generalmente allegro e di buon umore, in un certo senso l’esatto contrario rispetto ai russi che pur li hanno dominati nel corso degli ultimi due secoli. Una buona dimostrazione del carattere di questa gente si può avere quando si è ospiti di una casa georgiana, dove si è trattati con grande ospitalità e cordialità.

I georgiani sono orgogliosi della propria cultura, ma raramente nazionalisti: tendono ad identificarsi con la loro regione di provenienza più che con il Paese nel suo complesso. Anche se alcuni non gradiscono l’influenza che la Russia ha avuto nel Paese, molti georgiani parlano ottimamente il russo e trovano difficile mettere completamente da parte una cultura dalla quale hanno assorbito tanti aspetti.

L’inno della Georgia è Tavisupleba che significa "Libertà". E’ stato usato dal 1918 al 1920 e riutilizzato dal 23 aprile 2004, sostituendo Diudeba zetsit kurtheuls. La bandiera è quella delle cinque croci ed è stata usata almeno fin dal XIV secolo. L'elemento centrale della bandiera è la croce di San Giorgio, santo patrono della Georgia. La bandiera cadde in disuso nel periodo medievale, ma venne riesumata dai nazionalisti georgiani a seguito dell'indipendenza dall'Unione Sovietica nel 1991. Lo stemma della Georgia è stato adottato dal 1° Ottobre 2004. Ha due leoni rampanti che fanno da supporto ad uno scudo che raffigura San Giorgio mentre uccide il drago. Lo scudo è sormontato dalla corona Reale di Georgia.

Hai bisogno di aiuto in Geografia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email