Ominide 13147 punti

Dividento il giorno in 24 periodi uguali si ottiene l'ora, comunemente usata per misurare il tempo del giorno. L'ora esatta dipende dalla posizione del Sole nel cielo: quando il Sole, ad esempio, raggiunge la massima altezza sull'orizzonte nel corso di una giornata, si dice che è mezzogiorno. Di conseguenza l'ora varia a seconda della longitudine: si ha cioè la stessa ora su uno stesso meridiano e un'ora diversa su tutti gli altri, fino ad arrivare a una differenza massima di dodici ore (in più o in meno) sull' antimeridiano. Si spiega così ad esempio perchè quando nel nostro Paese è mezzogiorno, a Perth in Australia vi sono sette ore in più. Infatti, dato che la Terra ruota da ovest verso est, a Perth il Sole sorge sette ore prima che a Roma. Se si adottasse in ogni luogo l'ora solare, vi sarebbero grossi problemi comunicativi, così per semplificare, per dare maggiore uniformità e certezza agli orari della Terra, si è deciso con una convenzione internazionale di dividere la superficie terrestre in 24 fusi orari, ciascuno con un'ampiezza di 15° di longitudine corrispondente a un'ora di tempo (360:24 = 15°).

Tutti i territori compresi nello stesso fuso orario hanno, per convenzione, la stessa ora, cioè la cosiddetta ora civile, quella del meridiano medio. L'ora civile di ogni fuso corrisponde all'ora corrisponde solare registrata sul meridiano centrale del fuso stesso, quindi tra un fuso e l'altro si ha la differenza di un'ora esatta. L'Europa è compresa in cinque fusi orari.

Hai bisogno di aiuto in Geografia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email