Ominide 14725 punti

La fauna selvatica

La fauna selvatica in Europa è, oggi, assai ridotta per la progressiva diminuzione dei boschi e l’estendersi delle colture e delle abitazioni. Nelle isole del Mare Glaciale Artico e nelle acque circostanti vivono ancora orsi bianchi, foche e trichechi, uccelli acquatici, balene. Nella tundra sono numerose le renne, per la maggior parte addomesticate dall’uomo. Nelle foreste settentrionali abbondano gli animali da pelliccia, come le volpi azzurre, l’ermellino, la martora e la lontra, che vivono pure a latitudini più basse, specialmente sulle montagne. Nelle zone boscose e sui rilievi dell’Europa centrale e meridionale sono abbastanza comuni le volpi, i cervi, i caprioli, i daini, i tassi, gli scoiattoli; più rari i lupi, le linci, gli orsi bruni. Inoltre, sulle montagne più alte, specialmente sulle Alpi, vivono camosci, stambecchi e marmotte. Tra i suidi selvatici l’unico rappresentante in Europa è il cinghiale, mentre numerosi sono i roditori quali le lepri, i conigli selvatici, i topi saltatori. In Sardegna e in Corsica vive il muflone. Varie e largamente diffuse sono le specie di uccelli: trampolieri, gallinacei e passeracei. Essi si distinguono in uccelli migratori, che emigrano in regioni calde durante i mesi invernali, e uccelli stazionari. I pesci abbondano specialmente nei mari nordici intorno alla Gran Bretagna e alla Scandinavia, dove si trovano larghi banchi di merluzzi e di aringhe. Il Mediterraneo è piuttosto povero di pesci: i più pregiati sono il tonno, il pesce spada e le sogliole.
Hai bisogno di aiuto in Geografia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Fauna Europa