Ominide 2324 punti

La rete urbana europea

La più grande concentrazione urbana europea è quella che si estende in una vastissima regione che parte dalla Pianura Padana, a sud, per giungere fino al Regno Unito, a nord, e che comprende tutta la regione centrale del nostro continente.
Circa 70 milioni di persone abitano questa megalopoli che è la più vasta del mondo.
Quest’area “forte” dell’urbanizzazione europea può essere suddivisa in alcune regioni più piccole, separate tra loro da territori in gran parte agricoli.
• La regione renana, la più estesa, che dalla zona carbonifera della Ruhr giunge fino alle coste del Mare del Nord. In questa regione si trovano grandi poli industriali, porti fluviali. Leggermente scostate verso nord-est vi sono aree metropolitane di Amburgo e Berlino.
• La regione inglese, con l’agglomerazione di Londra, Birmingham, Liverpool, Manchester e, più ridotta, l’area scozzese, incentrata su Glasgow ed Edimburgo.

• Verso sud si stende la Pianura Padana, ben delimitata dai rilievi delle Alpi e degli Appennini, in cui emerge l’area metropolitana di Milano.
• La regione dell’Ile-de-France, intorno al nucleo di Parigi, che ospita oltre 10 milioni di abitanti ma risulta leggermente decentrata rispetto all’asse centrale del Paese.
Ai margini della megalopoli centrale vi sono altre realtà urbane caratterizzate da situazioni diverse.
In Spagna è isolata al centro della Penisola iberica.
Nell’Europa orientale la situazione è ancora più polverizzata.
Le aree metropolitane non formano grandi sistemi territoriali, ma si sviluppano soprattutto intorno alle capitali e ai centri maggiori.
Lo stesso vale per grandi città del Mediterraneo.

Il turismo
Il ricchissimo patrimonio ambientale e culturale europeo alimenta da anni un turismo che assume dimensioni sempre più imponenti.
Il turismo assume un peso economico considerevole anche per quanto riguarda le spese sostenute per turismo fuori dai propri confini.
La Germania è responsabile di oltre un terzo della spesa globale del turismo internazionale di tutti i Paesi dell’Unione Europea.
L’andamento globale del rapporto importazioni/esportazioni nel settore turistico è generalmente in pareggio.
Le tendenze dell’occupazione presentano segnali contrastanti.
L’occupazione del settore turistico nell’ambito dell’Unione Europea è pari al 7% del totale.
In molte aziende vi è una significativa presenza di lavoratori stagionali, occasionali e familiari.

Il turismo avrebbe avuto una crescita costante e inarrestabile, ma alcune drammatiche vicende legate a eventi politici internazionali hanno mostrato l’estrema fragilità del settore.
Oltre alle crisi internazionali, risultano determinanti per il turismo i problemi ambientali legati all’inquinamenti dei mari, al degrado urbano, alla contaminazione alimentare.
I protagonisti economici del mercato turistico di massa sono ormai i grandi tour operator.
Fra gli elementi che orientano l’evoluzione dell’offerta di servizi turistici vi sono anche la globalizzazione dell’economia e lo sviluppo del mercato mondiale.

Hai bisogno di aiuto in Geografia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email