Ominide 8039 punti

Risorse ed economia dell'Egitto

L'economia dell'Egitto si basa molto sul settore primario e il tenore di vita della maggior parte della popolazione è molto basso. Il 9% della popolazione è disoccupata e il 44% della popolazione è analfabeta e il 29% della popolazione è a rischio di mortalità infantile.
I terreni che possono essere coltivati sono vicino al delta e vicino alla Valle del Nilo. All'anno si possono fare tre raccolti grazie all'irrigazione tramite dighe e canali e grazie anche ai fertilizzanti chimici. Le colture invernali sono il frumento e i legumi, quelle estive sono il cotone, la canna da zucchero, il riso, gli arachidi e il sesamo, quelle autunnali sono il miglio e il mais. L'Egitto è il primo produttore al mondo di datteri. Scarseggia il formaggio perchè l'allevamento è poco sviluppato.
Le principali risorse sono i giacimenti di petrolio e di gas naturale; L'industria energetica è abbastanza sviluppata e il comparto industriale più sviluppato è quello tessile.

La navigazione lungo il Nilo e nei canali a esso collegati è molto intensa. Il Canale di Suez è un'importante via di comunicazione adeguato anche anche alle navi molto grandi. Ben sviluppate sono le comunicazioni stradali e ferroviarie solo però nelle zone della valle del delta del Nilo.
Il Paese esporta esclusivamente petrolio, cotone e datteri. La principale attività del terziario è il turismo grazie alle varie piramidi egiziane ma anche perchè lungo il corso del Nilo organizzano crociere ma anche perchè ci sono centri balneari come quello di Sharm El Sheik.

Hai bisogno di aiuto in Geografia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email