Ominide 8039 punti

Demografia, modelli urbani, popoli e culture

Il tasso di crescita del Messico è sempre abbastanza elevato, per l'elevata natalità. Sono molto intensi i flussi migratori, spesso clandestini. La popolazione è distribuita in modo omogeneo infatti tre messicani su quattro vivono nelle aree urbane, mentre la popolazione rurale risiede nei cosiddetti pueblos, piccoli villaggi.
Le città più importanti si trovano nel nord del Messico,vicine al confine con gli USA e nell'altopiano centrale; alcune di queste città sono Città del Messico, Pebla e Tijuana; sulle coste vi sono Acapulco e Cancùn. Città del Messico è la capitale e ospita un quinto della popolazione del Paese ed è il maggior centro finanziario, culturale ed economico della nazione.
Il Messico è l'unico paese centro-americano in cui prevalgono, nella popolazione, i meticci cioè quelle persone nate dalla fusione tra la popolazione indigena e gli spagnoli.

Il secondo gruppo è quello degli amerindi, discendenti dalle antiche popolazioni indigene nahua e maya, che costituiscono un terzo degli abitanti. Vi è poi una piccola minoranza di bianchi discendenti dagli antichi colonizzatori spagnoli.
In alcune aree del Paese vi sono forti tensioni sociali, come avviene nel Chiapas, uno dei 31 Stati che compongono la repubblica federale del Messico, a confino con il Guatemala. I contadini indios rivendicano migliori condizioni di vita, ma vengono repressi violentemente e per questo molti si sono uniti a guerriglieri dell'Esercito di liberazione nazionale zapatista che combattono contro il governo centrale.

Hai bisogno di aiuto in Geografia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email