Ominide 11268 punti

La città e la conurbazione


Un centro urbano importante è un polo d’attrazione per molti uomini che vi trovano lavoro e vi si stabiliscono. Quando molta gente si concentra in una stessa zona, la città più grande di questo territorio cresce fino a congiungersi con altri paesi vicini formando così un agglomerato urbano, chiamato conurbazione. La conurbazione di Milano si è espansa a macchia d’olio intorno al capoluogo lombardo e termina là dove i campi e il verde ritornano a essere più abbondanti rispetto alle costruzioni e i centri abitati sono ben distinguibili tra loro.
I paesi e le città più piccole che stanno ai margini di una grande conurbazione sono strettamente dipendenti dalla grande città poiché tutti i più grandi servizi si trovano lì concentrati: le università, le banche ecc. molti sono costretti a viaggiare per lavoro, studio… e a condurre una parte della loro vita nella conurbazione stessa. Per questo si dice che questi centri periferici alla conurbazione fanno ancora parte dell’area metropolitana. Ad esempio vediamo la città di Torino e la sua conurbazione. Con il colore più chiaro sono rappresentati i comuni dell’area metropolitana sempre in stretto contatto con la città anche se più lontani. Nella tabella vengono riportate le città italiane con più di 200.000 abitanti; come puoi facilmente notare, proprio le stesse città riportate nella tabella sono situate nelle zone più popolate dell’Italia e maggiormente industrializzate. L’ultima immagine rappresenta le più importanti aree metropolitane d’Italia.
Hai bisogno di aiuto in Geografia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Maturità 2018: date, orario e guida alle prove