Ominide 8039 punti

I cicli della vita presso i Masai

I popoli masai, di cultura nilo-camitica, arrivò in Kenya dall'Etiopia verso la fine del XVI secolo e fino al 1850 si organizzò in bande che razziavano il bestiame delle popolazioni del Lago Turkana. Alla fine dell'Ottocento, una serie di calamità come il vaiolo, la carestia e la siccità permise ai bianchi di penetrare in Kenya e di confinare i masai in due riserve. Ogni regione è divisa in villaggi e l'autorità è nelle mani di un capo, eletto per le sue doti di saggezza e pazienza. Egli rappresenta l'unione tra l'umano e il divino e può assumere anche la funzione di capo militare. Ogni generazione è divisa in cinque gruppi di età e ogni gruppo svolge compiti specifici. Appena nato, l'individuo è considerato come un animale e viene chiamato tato. Avrà un solo nome al compimento del terzo anno di età. In quel momento diventa un bambino e deve imparare a badare alle piccole mandrie di pecore e capre fino a 14-18 anni. A quel punto il capo del villaggio decide la data per la festa dell'Euntoto, che è la cerimonia che introduce il ragazzo nel secondo gruppo, quello dei guerrieri; è un rito di iniziazione. I candidati, per essere ammessi alla cerimonia, devono dimostrare il loro coraggio, andando a caccia di un leone maschio. Dopo questa prova, ogni giovane passa tre mesi di segregazione, in cui gira vestito di ero, spruzzato di cenere e con penne di struzzo nei capelli. Solo dopo aver superato queste prove, il giovane è maturo per diventare un guerriero. Il terzo gruppo di età comprende i giovani anziani. Questi possono farsi crescere i capelli e vivere in una capanna propria. Poi, dopo 6-7 anni, seguendo l'indicazione della fioritura degli alberi, il capo può dichiarare l'apertura di una nuova cerimonia, per la quale viene preparata una bibita inebriante a base di miele e zucchero. Da allora i giovani anziani, diventati adulti, possono amministrare le mandrie di animali, sposarsi, avere figli e abitare in un altro villaggio. Il quinto gruppo, quello degli anziani, ha il compito di educare i bambini e di dare saggi consigli.

Hai bisogno di aiuto in Geografia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email