Video appunto: Catene montuose e pianure italiane

Catene montuose e pianure italiane



La catena alpina (suddivisa in Alpi Occidentali, Centrali e Orientali) segna il confine settentrionale dell’Italia: si estende ad arco per circa 1200 km e ospita le principali cime europee; primo fra tutti il Monte Bianco che con i suoi 4 807 metri è anche detto «Tetto d’Europa».
Altri rilievi alpini di primaria grandezza sono il Monte Rosa (4 637 m), il Cervino (4478 m) e il Gran Paradiso (4 061 m).
Gli Appennini (suddivisi in Appennino Settentrionale, Centrale e Meridionale) percorrono la Penisola Italiana dal Colle di Cadibona, in Liguria, fino in Sicilia, per circa 1 500 km. Le principali vette appartengono al sistema del Gran Sasso (Corno Grande, 2 912 m) e de La Maiella (2 795 m). In Italia sono presenti anche importanti montagne di origine vulcanica: il Vesuvio (1281 m) in Campania e l’Etna in Sicilia, che con i suoi 3 323 metri è il vulcano attivo più alto d’Europa.

In Italia, la Pianura Padana si trova tra le Alpi e gli Appennini; altre pianure importanti sono la Maremma, l’Agro Romano, l’Agro Pontino, la Pianura Campana e il Tavoliere delle Puglie.
Tra le Alpi orientali e i Carpazi è collocata la Pianura Ungherese (3), che si estende in gran parte in Ungheria (da cui prende il nome) ed è estremamente fertile, essendo irrigata dalla fitta rete di affluenti del Danubio e del Tibisco.
In Romania, tra i Carpazi e i Balcani, si trova la Pianura della Valacchia, percorsa dal tratto inferiore del Danubio.