Ominide 13147 punti

Un altro ambiente tipicamente tropicale è quello monsonico, che prende il nome da "monsone", un vento periodico che predomina nell'Asia meridionale e sud orientale, in particolare in tutta la Regione Indiana. Per sei mesi all'anno la maggior parte dell'India è arida e secca, ma a maggio arrivano sempre i monsoni, venti umidi che hanno origine nell'oceano Indiano che riempiono di nubi scure i cieli della costa sudoccidentale. Per sei mesi all'anno piogge torrenziali spazzano la parte settentrionale del Paese, limitata dalle basse colline dell'Himalaya, sino che, in ottobre, i venti di sud ovest cessano e la terra si secca ancora una volta. I monsoni sono come gigantesche brezze di mare. Le piogge iniziano quando il Sole estivo riscalda tropicali continentali più velocemente della superficie degli oceani circostanti. L'aria calda che sale dalla terra incontra l'aria fredda e umida proveniente dal mare, spinta gradualmente dai venti verso l'interno. L'inizio dei monsoni è difficile da prevedere; talvolta accade che per un anno non portino neanche una goccia di pioggia alla terra riarsa. I monsoni soffiano in larghe aree delle zone tropicali e subtropicali, dal nordest dell'Australia ai Caraibi. Per la vastità dell'Asia i monsoni asiatici sono i più rilevanti.

Hai bisogno di aiuto in Geografia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email