MaxM. di MaxM.
Ominide 33 punti
Questo appunto contiene un allegato
Africa fisica, politica ed economica scaricato 0 volte

Africa fisica, politica ed economica


L'Africa è il terzo, per estensione, continente della Terra, separato dall'Asia a nord-est dall'artificiale Canale di Suez ed è bagnato dall'Oceano Atlantico a ovest, dall'Oceano Indiano a sud-est e dal Mar Mediterraneo a nord, che lo separa dall'Europa, assieme allo Stretto di Gibilterra. A causa della presenza irregolare e infima di catene montuose e altipiani, si può presupporre che sia stato il primo continente a formarsi e, per questo motivo, viene anche chiamato “Continente Antico”. Il territorio è costituito principalmente da tavolati ed altipiani e vi sono catene montuose a nord-ovest, come l’Atlante, a sud- est e lungo la Rift Valley, cioè una grande fossa tettonica, nella quale vi sono cime elevatissime, come il Kilimangiaro. Vi sono anche diversi fiumi che nascono nella zona equatoriale. Uno di questi è il Nilo, il fiume più lungo del mondo che sfocia nel Mar Mediterraneo, e il fiume Niger e il fiume Congo. Nella parte occidentale del continente c'è la zona dei grandi laghi, un esempio è il lago Vittoria. Infine, sono presenti 3 deserti: il Sahara, che occupa un terzo di tutta l’estensione del territorio africano e all'interno del quale si trovano delle oasi molto importanti, il deserto del Kalahari, nel quale vi è assenza di oasi e quello del Namib. Generalmente, il clima è caldo, ma ci sono delle variazioni per ogni zona. Nella parte settentrionale, il clima diventa mediterraneo o desertico, con estati secche e inverni umidi, mentre, avvicinandosi maggiormente all’Equatore, il clima diventa tropicale, con varie stagioni di siccità o con precipitazioni abbondanti. Le coste non sono molto articolate e sono generalmente basse e sabbiose. L’isola più grande del continente è Madagascar.

Con i suoi 54 Stati l'Africa è il continente con più territori o Stati Indipendenti. La popolazione è costituita in larghissima maggioranza da popoli neri, molto diversi gli uni dagli altri per caratteri fisici, usanze, lingua e religione. In Africa sono praticate diverse religioni animiste. Ricordiamo che l’Europa è stata come protagonista nello spartire e condividere, tramite il colonialismo, le stesse ideologie, culture, lingue e religioni. Difatti, nonostante le varie lingue presenti, quelle più parlate risultano sempre l’inglese e il francese e la religione cristiana o musulmana si è diffusa solo tra le popolazioni settentrionali e orientali. La densità di popolazione è molto bassa per la presenza di ambienti poco favorevoli alla vita umana. La natalità è piuttosto alta, come l’incremento demografico, nonostante la forte mortalità. I confini delle ex-colonie non tenevano conto della differenza di cultura ed etnia di popoli africani, e, proprio per questo motivo, numerose guerre civili sono ancora presenti, permettendo la nascita di regimi totalitari. L’economia africana è basata principalmente sull’agricoltura e sull’allevamento, di ovini e caprini, di sussistenza. Si producono cacao, caffè, tè, tabacco ed arachidi ed, infine, la produzione di minerali preziosi, quali diamanti, rame e ferro, permettono a vari Paesi africani di ottenerne vantaggi economici. L’industria e il settore terziario sono poco sviluppati in modo omogeneo in tutto il continente.
Hai bisogno di aiuto in Geografia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
×
Registrati via email