Video appunto: Vulcano

Vulcano



Oltre a montagne, colline, pianure, fiumi, laghi e mari, può accadere che nel territorio vi siano dei vulcani. Il vulcano è una spaccatura della crosta terrestre attraverso la quale fuoriescono materiali solidi, liquidi e gassosi presenti all’interno del pianeta. Il suo aspetto è simile a quello di una montagna con la cima arrotondata, terminante con un’apertura, il cratere, dalla quale fuoriescono i materiali incandescenti.

Al suo interno il vulcano ha una cavità, il camino vulcanico, che collega la camera magmatica al cratere. Nella camera magmatica si accumula la roccia fusa proveniente dal centro della Terra e, quando questa non riesce più a contenerla, avviene l’eruzione: il materiale incandescente risale il camino vulcanico e fuoriesce dal cratere sottoforma di lava (liquida), cenere e lapilli (solidi), gas e vapori . Un’eruzione vulcanica provoca enormi cambiamenti al paesaggio circostante, sia immediatamente, bruciando la vegetazione, sia in seguito, quando la lava solidifica.

Il territorio italiano, geologicamente giovane e ancora in assestamento, è stato più volte colpito da gravi eventi sismici: dal terremoto di Messina e Reggio Calabria del 1908, in cui si contarono 130 000 morti (7,2 Richter, XIXII Mercalli), al terremoto del 1976 in Friuli con 989 morti (6,4 Richter, X Mercalli), fino al terremoto de L'Aquila del 2009.
Qui si è registrata una serie di eventi sismici che ha avuto il suo apice il 6 aprile 2009 alle ore 3:32. La scossa principale è stata registrata dai sismologi in 6,3 gradi Richter e VIII IX gradi della scala Mercalli e ha causato 308 morti, 1 500 feriti e 65000 sfollati circa.

Glossario
Crosta terrestre: è lo strato più esterno della Terra; si spinge fino a 3540 km circa di profondità.