Ominide 1603 punti

Piemonte

Il territorio

Il Piemonte è la seconda Regione italiana per estensione.
Il suo vasto territorio è in gran parte occupato da montagne e colline, ma non manca una parte pianeggiante.
Le montagne formano una specie di semicerchio che comprende le Alpi e, a sud, una parte degli Appennini.
Nella zona alpina si trovano come molto elevate come il Monte Rosa e il Gran Paradiso, e diverse montagne che superano i 3000 metri.
Le Alpi non digradano verso la pianura con le Prealpi, e il distacco tra montagna e zona pianeggiante è abbastanza netto.
La pianura è una parte della grande Pianura Padana, ed è attraversata dal Po e da alcuni suoi importanti affluenti: lo Scrivia, il Tanaro, la Dora Baltesa, la Dora Riparia, il Ticino e il Sesia.

Nella parte meridionale della Regione vi sono le colline delle Langhe e del Monferrato.
Tra i laghi, il piccolo Lago d'Orta e il Lago Maggiore, al confine con la Lombardia.
La presenza di diversi valichi e traforo permette buoni collegamenti con la Francia e la Svizzera.
I più importanti sono quelli del Monginevro, del Frejus e del Sempione, che permettono il passaggio anche dei treni.

La popolazione

Il Piemonte è una Regione popolosa ed ha uno dei più alti redditi pro-capite italiani.
La popolazione non è distribuita in modo uniforme su tutto il territorio: circa la metà dei suoi abitanti, infatti, si concentra attorno a Torino.
Le zone montuose sono poco abitate, perchè gli abitanti si sono trasferiti per lavorare nelle fabbriche torinesi o sono emigrati all'estero in cerca di lavoro.
Nella regione sono presenti due piccole minoranze linguistiche e culturali: in alcune vallate si parla il franco-provenzale e in altre vive la comunità Walser, che migrò nel medioevo dalla vicina Svizzera.
Torino, capoluogo di Regione, è una delle più popolose città italiane, anche perchè in passato vi migrarono molte persone, soprattutto dall'Italia meridionale, per trovare lavoro nelle grandi fabbriche.

Negli ultimi anni, la crisi dell'industria automobilistica ha ridotto fortemente gli occupati nelle fabbriche torinesi.

L'economia

Anche se solo una piccolissima parte dei lavoratori è occupata nel settore primario, i campi e le colline, coltivati con metodi moderni, danno una buona quantità di prodotti.
L'agricoltura è fortemente specializzata.
Grazie all'abbondanza di acqua, nelle province di Novara e Vercelli si coltiva il riso: qui si produc più della metà di tutto il riso italiano.
Nelle zone collinari delle Langhe del Monferrato è diffusa la vite: i vini prodotti (Barbera, Barolo...) sono famosi in tutto il mondo.
Mucche e maiali sono allevati in grandi allevamenti moderni.
In Piemonte è però importante il settore industriale, anche se sono numerosi gli occupati nel settore terziario.
A Torino ha sede la FIAT, che produce automobili, ma anche mezzi agricoli e ferroviari, componenti per auto, cuscinetti a sfera, ecc.
Numerose anche le piccole e medie industrie, che lavorano in collegamento con il settore automobilistico.
Nella zona di Biella è diffusa l'industria tessile, mentre a Ivrea l'industria elettronica, informatica e delle telecomunicazioni.
In Piemonte vi sono anche importanti industrie alimentari.

Hai bisogno di aiuto in Geografia per le Medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email