Ominide 4553 punti

India: politica e situazione economica


Insieme alla Cina, l’India è considerato uno dei due giganti dell’Asia. Gli ultimi occupanti furono gli inglesi che permisero l’attuale indipendenza dello Stato soltanto nel 1947.
Per lungo tempo, l’India dovette lottare accanitamente contro una disperata povertà che arrivava a far morire di fame migliaia e migliaia di persone. Esiste ancora il problema delle caste, le quattro parti in cui è per tradizione suddivisa la società indiana. Il livello superiore è quello dei sacerdoti, il secondo quello dei guerrieri, il terzo quello dei commercianti e degli artigiani e il quarto quello degli schiavi. Sotto di essi vi sono ancora gli “intoccabili” che rappresentano il livello più basso nella scala delle caste, e infine i “paria” che non appartengono a nessuna casta. Ogni casta è un sistema chiuso a cui si appartiene per nascita e ci si può sposare soltanto tra appartenenti alla medesima casta. Le caste, inoltre, non vogliono avere contatti le une con le altre.
L’India, nonostante questa tragica separazione tra le varie parti della sua popolazione, è stata definita la più grande democrazia al mondo, in quanto tutti i cittadini, indipendentemente dalla casta, hanno il diritto di votare.
Questa nazione ha compiuto negli ultimi decenni progressi straordinari.
Bangalore, una grande città del Sud dell’India, è diventata la capitale della tecnologia avanzata. Anche l’industria meccanica ha fatto passi da gigante e già oggi si vendono in India un milione di automobili all’anno e persino l’industria cinematografica ha fatto molti progressi, specializzandosi in film di bassa qualità ma di grandissima diffusione.
Gli esperti sono certi che, in un prossimo futuro, la popolazione indiana supererà anche quella cinese e che l’India avrà un’arma in più per superare la grande rivale asiatica: essa è infatti una democrazia. È prevedibile che i conflitti sociali, potranno essere controllati meglio rispetto alla Cina, proprio perché è una democrazia, quindi è per sua natura portata al dialogo, anziché allo scontro.
L’economia indiana è cresciuta negli ultimi due anni del 9% e nei prossimi quattro punta a una crescita del 10%.
Nei prossimi 10 anni dovrebbero essere spesi in centrali elettriche, strade e ferrovie ben 670 miliardi di euro, una cifra che servirà senza dubbio a modernizzare un Paese destinato a diventare una delle maggiori potenze economiche del mondo.
Hai bisogno di aiuto in Geografia per le Medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email