daddy8 di daddy8
Ominide 1072 punti

I deserti

Deserto è un termine che deriva dalla lingua latina, "desertum", il cui verbo, è "deserere", che significa abbandonare. Con questo termine vengono identificate tutte quelle ampie aree dove l'uomo non ha le risorse necessarie per poter vivere stabilmente, poiché le condizioni climatiche ed ambientali sono parecchio dure. Quando parliamo di deserti, normalmente, vengono in mente quelle grandi zone composte prevalentemente da sabbia (o montagne di sabbia, chiamate "dune"): in realtà esistono diversi tipi di deserti. In Europa, per esempio, sono presenti zone desertiche che, nel complesso, occupano il quindici percento delle terre emerse. La zona in cui sono più presenti deserti con alte temperature è la fascia compresa fra i due tropici, Cancro e Capricorno, dove il clima è molto secco e caldo. Non tutti i deserti possono essere sabbiosi: per esempio, uno di questi, ed anche il più grande del mondo, è il Sahara, ma possono anche esserci deserti rocciosi, per esempio in Australia. Le temperature di queste zone, subiscono delle grandi escursioni termiche diurne, cioè si ha una netta differenza di temperatura tra la notte ed il giorno; generalmente, durante il giorno le temperature toccano circa 50° e oltre, mentre di notte, si può arrivare anche a -10°. E' rarissima la presenza di piogge e questo è causa di siccità. Se questo genere di condizione permane per diverso tempo, sarà difficile che vengano a nascere altre forme di vita in queste aree. Le oasi, invece, sono aree presenti soprattutto all'interno dei deserti, dove si accumula l'acqua sotterranea, fino ad arrivare in superficie, facendo sì che un po' di vegetazione possa crescere. Diverse oasi nel mondo vengono coltivate, e spesso, si offrono come ottimi punti di ristoro per tutti i turisti. Per quanto concerne la fauna, non è molto sviluppata poiché poche specie possono resistere a così alte temperature. Fra gli animali presenti possiamo citare: crotalo, coyote, puma, dromedari, cammelli, rettili. Esistono, però, anche i cosiddetti “deserti freddi”, per esempio il Gobi in Cina, o la Patagonia americana. Anche l’ambiente naturale della tundra può essere classificato come deserto freddo, poiché essa è una regione confinante con le terre polari, e ogni estate, la neve tende ovviamente a sciogliersi, creando vegetazione come muschi, licheni e tipi di erbe.

Hai bisogno di aiuto in Geografia per le Medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Maturità 2018: date, orario e guida alle prove