SteDV di SteDV
Habilis 4202 punti

Principio di conservazione dell'energia

Secondo il principio di conservazione dell'energia (osservato sperimentalmente) l'energia può trasformarsi attraverso il lavoro svolto dalle forze ma non può assolutamente comparire o scomparire dal nulla.

In altre parole, il lavoro svolto da una forza applicata a un sistema di corpi determina un trasferimento di energia totale

[math]∆E[/math]
, dal sistema o al sistema considerato, che, secondo la natura della forza stessa, può consistere in un cambiamento di energia meccanica, termica o di qualunque altra forma di energia interna al sistema (
[math]∆E_{int}[/math]
).

[math]L = ∆E = ∆E_{mec} + ∆E_{th} + ∆E_{int}[/math]

NOTA 1 - Nel caso dei sistemi isolati dall'azione di forza esterne, l'energia associata si conserva al loro interno e non può in alcun modo variare. Perciò è possibile stabilire la relazione tra le diverse energie che interessano il sistema in istanti distinti.

[math]∆E = ∆E_{mec} + ∆E_{th} + ∆E_{int} = 0[/math]

NOTA 2 - Secondo il principio di conservazione dell'energia, il lavoro svolto da una forza corrisponde necessariamente a una variazione di energia totale (

[math]L = ∆E[/math]
), perciò è possibile reinterpretare la nozione di potenza come la rapidità con la quale una forza trasferisce energia da una forma all'altra.


[math]\text{potenza media: } \overline{P} = \frac{∆E}{∆t}[/math]

[math]\text{potenza istantanea: } P = \frac{dE}{dt}[/math]

Hai bisogno di aiuto in Meccanica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email