SteDV di SteDV
Habilis 4202 punti

Lavoro di forze esterne

In generale, le forze esterne che agiscono su un sistema di corpi determinano un trasferimento di energia proveniente dal sistema o diretta al sistema stesso.

  • In assenza di attrito, le forze esterne che agiscono su un sistema interessano necessariamente l'energia meccanica del sistema stesso, modificando l'energia cinetica e/o l'energia potenziale (di un qualche tipo) associate a esso.
  • [math]L = ∆K + ∆U = ∆E_{mec}[/math]

  • In presenza di attrito, il lavoro svolto dalle forze esterne corrisponde, almeno in parte, a un trasferimento di energia termica (
    [math]E_{th}[/math]
    ) e, tuttavia, può produrre ugualmente una variazione di energia meccanica.

[math]L = ∆E_{mec} + ∆E_{th}[/math]

NOTA 1 - L'energia termica è associata al moto casuale degli atomi e delle molecole che compongono i corpi e, nel caso dell'attrito (dinamico), dipende dai continui strappi che caratterizzano lo sfregamento delle superfici.
NOTA 2 - La variazione di energia termica

[math]∆E_{th}[/math]
prodotta dall'attrito dinamico
[math]\textbf{f}_k[/math]
risulta dal prodotto tra l'intensità dell'attrito stesso e la lunghezza dello spostamento
[math]\textbf{d}[/math]
considerato:

[math]∆E_{th} = f_kd[/math]

Hai bisogno di aiuto in Meccanica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email