Ominide 486 punti

[/h2]Grandezze fisiche scalari e vettoriali[/h2]

Che cos'è una grandezza fisica?


Si definisce grandezza fisica una proprietà di un corpo o di un fenomeno che può essere misurata.
Ma che cosa significa misurare?
Misurare significa confrontare una proprietà di un corpo con un'unità di misura, e vedere quante volte l'unità di misura è ripetuta in esso.
Ad esempio, se un tavolo misura 5 m, significa che la sua lunghezza è pari a 5 volte l'unità di misura, cioè il metro.
Distinguiamo due tipi di grandezze fisiche: le grandezze fisiche scalari e vettoriali

Le grandezze fisiche scalari e vettoriali


Si definisce una grandezza fisica scalare una grandezza fisica che per essere espressa ha bisogno solo della sua unità di misura e del suo valore numerico.
È il caso della massa (kg), della temperatura (K), della lunghezza (m)...
Talvolta l'unità di misura non può essere sufficiente, è il caso delle grandezze fisiche vettoriali. Esempi di grandezze fisiche vettoriali sono: l'accelerazione, il peso e la velocità.
Per esempio, dire che un aereo viaggia a 900 km/h, non è sufficiente. Bisogna esprimere la direzione e il verso della rotta. Le grandezze fisiche vettoriali sono espresse quindi da un vettore, che possiede quattro caratteristiche fondamentali. Per fare un esempio, nel caso del vettore forza-peso avremo:
-modulo, che indica l'intensità di una grandezza, nel nostro caso la massa per l'accelerazione di gravità (9,8 m/s^2)
-direzione, verticale.
-verso, verso il basso.
-punto di applicazione, il baricentro del corpo.
Operare tra grandezze fisiche vettoriali non è difficile, infatti vi sono delle serie di regole che aiutano a trovare il vettore risultante o il vettore differenza tra i due vettori. Questo genere di operazioni è chiamato Algebra vettoriale.

Hai bisogno di aiuto in Matematica della Fisica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email