Ominide 89 punti

Mettiamo in oscillazione un pendolo: quando la massa è scostata al massimo dalla posizione di equilibrio possiede energia potenziale ; mentre scende lungo l’arco della sua traiettoria acquista gradualmente velocità, trasformando l’energia potenziale in energia cinetica. Giunta alla posizione di equilibrio, la supera a spese dell’energia cinetica accumulata, riacquistando energia potenziale, e così via seguitando.
In ogni punto intermedio tra le posizioni di equilibrio e di massimo scostamento avremo una certa quantità di energia di un tipo che va trasformandosi in energia di altro tipo, in maniera tale che la somma delle energie è costante ed è sempre uguale a quella disponibile inizialmente.
Tutte queste considerazioni si basano sul caso puramente ipotetico dell’assenza di resistenze passive, per cui il pendolo oscillerebbe indefinita¬mente, senza mai fermarsi. In realtà gli attriti e la resistenza dell’aria finiranno col consumare tutta l’energia disponibile.

Ciò non deve portare alla conclusione che l’energia si sia distrutta. Negli esempi da noi studiati abbiamo preso in considerazione solo gli aspetti meccanici dell’energia, ma ne esistono altri : energia calorifica, elettrica, chimica, ecc. Le resistenze passive non hanno distrutto l'energia meccanica del pendolo, ne hanno solo provocato la trasformazione in energia di altro tipo.
Gli esperimenti e gli studi compiuti sulle trasformazioni di energia hanno portato a concludere che la quantità che scompare dell'una è equi¬valente alla quantità che si produce dell’altra: in ogni sistema isolato (ossia che non abbia scambi di energia con ” esterno) la somma di tutte le energie è costante.
L’utilizzazione dell 'energia nucleare ha portato una nuova conferma al principio della conservazione dell’energia. Ci si accorse infatti che la comparsa dell’enorme quantità di energia connessa con la fusione o con la scissione dei nuclei atomici
Alla scomparsa di una minima parte masse in gioco.
II difetto di massa giustifica l’ipotesi che materia e£ garzeria siano solo due diversi aspetti di uno fenomeno. La materia non sarebbe altro che *v Z'.a ad alto grado di concentrazione, quindi regia si potrebbe considerare materia estremamente diluita. I calcoli sulle misure della ~ issa che scompare e dell’energia che si sviluppa reazioni nucleari hanno confermato tale ipotesi.

Hai bisogno di aiuto in Elettricità  e magnetismo?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email