daddy8 di daddy8
Ominide 1072 punti

Polarizzazione degli isolanti

Un corpo che viene elettrizzato è capace di attrarre sia un conduttore, sia un isolante neutro. Ciò accade, ad esempio, quando una penna strofinata contro il golf, alza dei pezzi di carta. Questo fenomeno, può sembrarci a prima vista un fenomeno dettato dall'induzione elettrostatica da parte dei conduttori, ma, differentemente, è causato da qualcosa di completamente diverso. Da tenere presente è il fatto che in un isolante, gli elettroni posseggono una limitatissima libertà di movimento. Possiamo osservare che loro siano attaccati ai nuclei degli atomi da parte di forze elastiche parecchio intense. Ad ogni modo, l'esistenza di un qualsiasi oggetto carico accanto li spinge a spostarsi, anche se in maniera marginale, senza staccarsi completamente dal nucleo al quale ognuno è a contatto.
Se, infatti, provassimo ad avvicinare all'isolante un corpo che possiede carica negativa, gli elettroni percepiscono la repulsione elettrica e si posizionano così da essere, nell'insieme, poco più distanti rispetto a quanto lo siano i nuclei carichi positivamente. Le forze che esercitano forza attrattiva tra cariche con segno opposto, hanno la meglio su quelle repulsive tra cariche con la medesima carica. La conseguenza che osserveremo sarà l'attrazione che viene esercitata sul corpo isolante da parte di quello elettrizzato. Viene così denominato polarizzazione dell'isolante il processo di modifica per quanto riguarda la distribuzione di carica, il cui processo avviene a livello molecolare. Essa identifica il valore della costante dielettrica relativa:

[math] \epsilon_r[/math]


la quale è presente nella legge di Coulomb quando i corpi carichi vengono immersi in qualsiasi materiale sia esso isolante.
Pertanto la riduzione del valore d'intensità della forza elettrica è dovuta dalla polarizzazione, e si osserva nel momento in cui le cariche vengono immerse in uno strumento isolante. Da questo processo ne consegue anche la riduzione della forza elettrica posta ad una certa distanza dall'oggetto che possiede carica; perciò il valore della costante dielettrica

[math]\epsilon[/math]
è superiore all'uno.

Hai bisogno di aiuto in Elettricità  e magnetismo?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email