Video appunto: Definizione di onde

Onde



L'increspatura della superficie dell'acqua, le oscillazioni di una corda sono fenomeni ondulatori.
Onda: è il modo in cui si propaga nello spazio (o nel vuoto) una perturbazione caratterizzata dal trasporto di energia senza il trasporto di materia.

Onde trasversali: sono onde in cui l'oscillazione avviene in direzione perpendicolare a quella di propagazione (onda stagno, elettromagnetica, gravitazionale, etc.
..)

Onde longitudinali: sono onde in cui l'oscillazione avviene nella stessa direzione di propagazione (onda sonora, onda sismica etc...)

Sorgente dell'onda: fenomeno o dispositivo che genera onda. Se il fenomeno è ripetitivo l'onda si dice: periodica.

A seconda della sorgente le onde si classificano in:

onde meccaniche → si propagano in un mezzo elastico dotato di inerzia, nel quale le particelle trasmettono perturbazione alle particelle adiacenti;
onde elettromagnetiche → sono generate da cariche elettriche in movimento
onde gravitazionali → (teorizzate da Einstein) sono originate dalla deformazione dello spazio-tempo, generate dalla fusione tra buchi neri, esplosioni di supernove...

Caratteristiche delle onde periodiche:
periodo T (s): tempo a compiere un'oscillazione completa;
frequenza f (Hz): n. di oscillazioni complete compiute da un punto in 1 s.
ampiezza A (m): massimo spostamento di un punto dalla posizione di equilibrio;
lunghezza d'onda (m): minima distanza tra due posizioni occupate da un punto in cui il fenomeno si ripete con le stesse caratteristiche. Tale spazio è percorso in un T.
velocità di propagazione v (m/s): velocità con la quale si propaga la perturbazione