Ominide 2537 punti

Spinoza - principi del pensiero

Spinoza ritiene che la ragione cartesiana sia una guida per la costruzione di un vero e proprio sistema e la sua dottrina segna il trionfo della ragione. Spinoza si propone di sviluppare tutte le implicanze logiche della nozione di sostanza. Per il filosofo, sostanza è ciò che è in se e si concepisce per se; la sostanza è increata, eterna, infinita e unica. Per esemplificare meglio il rapporto tra Dio e il mondo, Spinoza usa i concetti di “attributo” e “modo”. Gli Attributi sono le qualità essenziali della sostanza; i modi sono le specificazioni della Sostanza e dei suoi attributi. I modi possono essere infiniti o finiti: i primi sono le proprietà strutturali degli attributi, i secondi sono i singoli corpi e le singole menti. Secondo Spinoza, l’ordine delle idee corre parallelo a quello dei corpi. Il corpo è l’espressione esteriore della mente, la mente è l’espressione interiore del corpo. Ciò che garantisce la corrispondenza tra le dimensioni eterogenee del pensiero e dell’estensione è l’unicità della Sostanza, di cui gli attributi sono espressioni distinte e simultanee. Spinoza spiega anche il meccanismo delle passioni umane, egli afferma che dallo sforzo di autoconservazione derivano la letizia e la tristezza; da questi affetti primari seguono il bene ciò che giova alla conservazione, il male ciò che ostacola la conservazione e tutti gli affari secondari.

Hai bisogno di aiuto in Filosofia Moderna?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Come fare una tesina: esempio di tesina di Maturità