Ominide 1350 punti

SPINOZA:

Il metodo sintetico-geometrico.

Spinoza, a differenza di Cartesio, utilizza e predilige come metodo per arrivare alla verità il cosiddetto metodo sintetico geometrico(utilizzato da Cartesio solo per l’esposizione della verità ma non per la sua ricerca).
Definizioni di sostanza attributo e modo.
Nella sua Etica, Spinoza riprende alcuni principi di Cartesio dando le definizioni di sostanza attributo e modo:
Sostanza intendiamo ciò che la cosa è in sé stessa Attributo intendiamo ciò che l’intelletto concepisce di una sostanza
Modo intendiamo le affezioni di una sostanza cioè ciò che è in altro.

Unicità della sostanza e gli infiniti attributi

Cartesio chiamava sostanza ciò che per esistere non ha bisogno di altro. Mentre i singoli corpi hanno bisogno della materia per esistere , la materia non ha bisogno di essi per esistere quindi solo essa è sostanza. Essa non ha bisogno di niente per esistere tranne che di colui che l’ha creata ossia DIO. Solo Dio è la causa della materia. Da tutto ciò che aveva affermato Cartesio, Spinoza ne deduce che allora nemmeno la materia è sostanza,e l’unica entità che può avere tale appellativo non è altro che Dio senza il quale nulla può esistere. Quindi Spinoza afferma che la sostanza è unica(dio) e che è dotata di infiniti attributi dei quali la nostra mente ne concepisce solo 2: l’estensione e il pensiero. Gli attributi sono infiniti come infinita è la sostanza divina.

Peculiarità del panteismo spinoziano

Facendo ciò Spinoza ha già chiarito il rapporto che esiste tra Dio e il mondo: un rapporto di creazione in cui il mondo costituisce una parte indipendente dalla natura di Dio ma dipendente dalla sua volontà. Secondo Spinoza Dio è causa immanente del mondo e egli non può agire all’infuori di sé ma solo dentro sé. Ma dato che nulla è fuori di lui parleremo quindi di pantesimo in spinoza: Dio crea il mondo come sostanza distinta dalla natura divina ma ciò nonostante il mondo discende dalla natura divina. Per spiegare ciò Spinoza ricorre alla distinzione scolastica tra Natura Naturante (che comprende la causa attraverso la quale l’intero universo esiste) e Natura Naturata (l’insieme degli effetti che da quella causa scaturiscono).


La causalità della sostanza e il determinismo

Per Spinoza la sostanza unica (DIO) deve essere considerata come la causa di tutte le cose. Quindi Dio è causa immanente della natura e da ciò discende come conseguenza inevitabile il determinismo ossia negazione della contingenza. Infatti il rapporto Causa-Effetto può essere ricondotto al rapporto Premessa-Conseguenza cio: se X può essere spiegato attraverso Y allora Y è la causa di X e quindi X segue da Y in modo necessario.

Hai bisogno di aiuto in Filosofia Moderna?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email