Ominide 4479 punti

Il metodo di Spinoza è quello deduttivo-geometrico,utilizzato già in parte da Cartesio. Questo metodo permette anche un distacco emotivo dall'oggetto della trattazione e quindi l'obiettività.
Spinoza si rende conto che Cartesio aveva creato un dualismo poichè aveva sostenuto che esistono res cogitans e res extensa ma allo stesso tempo che la sostanza per esistere non ha bisogno di null'altro se non di sé medesimo. Spinoza dichiara che esiste una sola sostanza che è Dio e quindi res cogitans e res extensa sono due infiniti attributi della sostanza. Quindi Dio è l'unica sostanza esistente infatti non è possibile pensarlo come causa di se stesso, se non si pensa che sia necessariamente esistente. Infatti egli è necessità assoluta di essere poichè da lui procedono gli infiniti attributi.
La sostanza è infinita e si esprime attraverso infinite forme e modi. Questi sono gli attributi che sono distinti ma non separati. Tra questi l'uomo ne conosce solo 2: pensiero e estensione. Per estensione non si intende corpo ma spazialità infatti il corpo è un modo finito dell'attributo della spazialità. I modi sono le affezioni della sostanza,conseguono gli attributi e sono determinazioni di questi.

Il mondo è necessaria conseguenza di dio. Esiste una distinzione tra Natura naturata che è la causa di tutti i fenomeni e la Natura Naturante che è DIo con i suoi attributi.I corpi sono modi determinati dell'attributo divino dell'estensione.

Hai bisogno di aiuto in Filosofia Moderna?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email