Ominide 2537 punti

Schelling- pensiero

La sua filosofia è strettamente influenzata sia da Fichte sia da Spinoza. Studia matematica e scienze naturali. La filosofia di Schelling è rivolta alla natura e all’arte, lo possiamo considerare il più romantico degli idealisti; è un idealismo estetico che realizza a pieno il rapporto tra finito e infinito. Per esprimere al meglio il concetto di assoluto, si rifà alla sostanza di Spinoza come principio di infinità oggettiva e all’io di Fichte come infinità soggettiva. Schelling parla dell’assoluto come un principio infinito e creatore della realtà, non è solo oggetto né solo soggetto, ma “unità” indifferenziata di soggetto e oggetto, di spirito e natura, ideale e reale, conscio e inconscio, libertà e necessità. Un assoluto puramente oggettivo come quello di Spinoza, non potrebbe spiegare a pieno la natura; adesso la filosofia secondo Schelling deve percorrere due direzioni: Filosofia della natura diretta a mostrare come la natura si risolva nello spirito e la filosofia trascendentale mostra come lo spirito si risolva nella natura.Filosofia della Natura

Guardare la natura in maniera diversa: una natura organica in cui ogni parte ha senso in relazione al tutto e alle altre parti, in cui si trova un finalismo immanentistico che rimane dentro la natura, la divinità della natura è al suo interno stesso come vivificata da uno spirito immanente alla natura stessa e che è una forza organizzatrice dei fenomeni. La natura in quanto spirito inconscio può essere definita la preistoria dello spirito. La natura presenta in se stessa quei caratteri di fondo dell’io fichtiano.

Hai bisogno di aiuto in Filosofia Moderna?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email