Ominide 4878 punti

La rivoluzione scientifica


Tra il ‘500 e il ‘600, in Europa si verificò un evento molto importante: la rivoluzione scientifica, di cui furono protagonisti Galileo, Cartesio, Keplero, Newton e Bacone.
Questo periodo fu caratterizzato da moltissimi cambiamenti:
- La concezione della scienza
- Nascita della scienza moderna
- Nascita del metodo scientifico, basato sull’osservazione dei fenomeni naturali, sull’approccio sperimentale con la natura e sull’applicazione del calcolo matematico
 La scienza diventa quantitativa, non più qualitativa. Infatti, precedentemente, la scienza aristotelica si basava sulla qualità (o essenza dei fenomeni)
- Critica al principio di autorità viene confutata la concezione dogmatica della scienza e il principio di ipse dixit. Il sapere tradizionale si basava sul mondo di carta, ovvero sui testi sacri o dei filosofi antichi che, per la loro autorità risultavano inconfutabili, ma fondamentalmente, quelle teorie erano superate. Andavano bene per il periodo in cui erano state elaborate e tenendo conto degli strumenti a disposizione, ma di fronte al progresso tecnico e scientifico che caratterizzò il ‘600, risultavano superate. Le idee quando scadono fanno solo ridere. Le idee invecchiano e non bastano per il futuro.
Infatti:
- La concezione geocentrica, che vedeva la Terra immobile al centro dell’universo, viene sfatata, per fare spazio a quella copernicana, secondo la quale la Terra non può essere al centro dell’universo, in quanto quest’ultimo è infinito e non possiamo stabilire il centro di qualcosa di infinito. (Prima di Galileo, Giordano Bruno e Montaigne criticarono l’antropocentrismo, in contrasto con l’infinità dell’universo e con la fragilità dell’uomo). Viene anche confutata la teoria aristotelica secondo la quale i corpi celesti hanno un moto circolare e perfetto.
- La scienza diventa autonoma dalla magia, dall’astrologia, ma anche dalla teologia e dalla religione. Scienza e teologia hanno scopi diversi e pertanto la scienza non può essere identificata con quanto scritto nella Bibbia ad esempio. Galileo ci dirà che la Bibbia ci dice come andare in Cielo, la scienza cerca di spiegarne il funzionamento.
- La scienza non produce coscienza
- Nuova concezione della natura, basata su leggi proprie, che l’uomo deve conoscere e rispettare. (Telesio)
- La mentalità dell’uomo
Si assiste a una progressiva laicizzazione della cultura: le cose iniziano ad essere viste in modo laico, per esempio gli scritti di Aristotele, inter pretati teologicamente durante il Medioevo, vengono reinterpretati

Hai bisogno di aiuto in Filosofia Moderna?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Come fare una tesina: esempio di tesina di Maturità