Ominide 5142 punti

La rivoluzione scientifica e Francis Bacon


La rivoluzione scientifica si verificò a cavallo tra la seconda metà del XVI secolo e la metà del XVII secolo. Essa getta le basi a quella che sarà poi la comprensione scientifica e deterministica della realtà.
Uno dei padri fondatori della scienza fu Francis Bacon, che con il novum organum di vendita per alimentazione naturale 620 consegna alla storia una concezione di vita come figlia temporis. La scienza, infatti, che fino a quel tempo aveva avuto un ruolo preminente era quella di ascendenza aristotelica e propugnata dalla chiesa cattolica. Essa era fondamentalmente basata sul "Ipse Dixit", ovvero il principio di autorità, a cui venivano condotte tutte le questioni circa l'interpretazione dei fenomeni naturali e alla fisica aristotelica. In particolare, alla sua teoria sull'universo e si guardava per ottenere risposte certe e inconfutabili proprio perché sostenute dal filosofo greco.
Il carattere fondamentale del nuovo sapere scientifico che si sviluppa nel corso del Cinquecento, invece, rivendica l'utilità pratica del sapere scientifico: la scienza non è una collezione di teorie da propugnare come verità religiose, bensì un sapere matematicamente strutturato che si propone di studiare indagare la realtà ricercando in essa un ordine causalmente strutturato e oggettivo.
Hai bisogno di aiuto in Filosofia Moderna?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Calendario Scolastico 2017/2018: date, esami, vacanze