Ominide 622 punti

Rapporto tra Hegel ed Illuminismo


Hegel è molto critico nei confronti dell’Illuminismo su una questione in particolare: il ruolo che l’Illuminismo aveva dato alla ragione umana. Un esempio illuminista, massimo esponente di questa corrente storica e culturale, è stato Kant: secondo lui la ragione è uno strumento che l’uomo possiede e che deve guidarlo al fine di comprendere la realtà e di cambiarla.
Gli illuministi volevano sviluppare il senso critico dell’uomo come, ad esempio, la non-accettazione dei dogmi.

Per Hegel la ragione umana non ha il compito di guidare la realtà ma è l’uomo che deve prendere atto che la ragione serve per comprendere la realtà così come essa gli viene data. L’uomo ha un posto privilegiato nella realtà; è dotato di ragione, lo strumento che gli consente di comprendere il senso della realtà, che però non può costringere verso gli ideali della ragione. Si tratta solamente di comprendere la realtà e di capirne il senso. Hegel, qquindi, costruisce un sistema filosofico che fa capire il senso di ogni cosa nella realtà. Dalla critica dell’Illuminismo deriva il terzo caposaldo della filosofia hegeliana, il quale definisce il compito della filosofia: se la filosofia è l’attività razionale per eccellenza, si capisce perché Hegel le abbia attribuito il compito di comprendere ed esprimere la realtà in concetti razionali. La ragione e la filosofia non possono alterare la realtà, il solo compito è comprenderla.
Hai bisogno di aiuto in Filosofia Moderna?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email